Roma Esaurita, un documentario sull’amore per la propria città

Con un doc sul Circolo degli Artisti, storico locale della scena musicale romana chiuso ormai oltre 6 anni fa, la content creator e reporter Plavia ci racconta in un’intervista le diverse anime che hanno vissuto un’epoca che sembra troppo lontana.

Ho contattato Plavia, nome d’arte di Flavia Scura, a inizio ottobre, quando sul mio feed di Twitter è spuntato un suo post dove annunciava l’uscita del primo episodio del documentario Roma Esaurita, dedicato al “mitico” Circolo degli Artisti, locale che proprio come lei e altre decine di migliaia di ragazze e ragazzi ho frequentato durante gli anni dell’università. Quel luogo è stato chiuso il 16 marzo 2015 e non ha più riaperto, lasciando un ricordo indelebile in molte persone, compresi artisti e dj che hanno realizzato una o più performance nel corso dei suoi 25 anni di storia.

Nell’intervista che Plavia ha rilasciato a Ghigliottina | Un nuovo taglio all’informazione il racconto di come è nata l’idea di Roma Esaurita, del perché il Circolo degli Artisti resta, ancora oggi, un locale che “manca” alla scena della capitale, e del futuro culturale della città, a cominciare dalla musica.

Roma Esaurita

 

I ricordi al Circolo degli Artisti

 

C’è bisogno di cultura

 

Guarda il documentario Roma Esaurita

 

Intervista a cura di Graziano Rossi

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: