Virtus Roma, una vittoria fondamentale: Latina ko 79-77

Successo al fotofinish per Roma che supera Latina all’ultimo respiro. La Virtus conduce per ampi tratti, per poi subire la rimonta dei pontini. Ma lo sprint finale premia i capitolini, con Roberts autore del canestro decisivo

Virtus Roma ko a BiellaÈ un successo fondamentale quello della Virtus Roma, che nell’ultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie A2 Ovest supera la Benacquista Latina 79-77 in un match deciso all’ultimo respiro. I capitolini tengono il comando delle operazioni per circa tre quarti, prima di subire un parziale di 16-2 che proietta gli ospiti verso il successo.

Ma negli ultimi minuti di gioco la squadra di Luca Bechi tiene duro e riesce a controribaltare la situazione, con Lee Roberts autore del canestro decisivo a poco più di tre secondi dalla sirena. La Virtus batte un colpo nel momento più importante, e date le contemporanee vittorie di Eurobasket Roma e Treviglio si mantiene appena sopra i piazzamenti playout.

LA PARTITA – I liberi di Thomas aprono il match, con Roberts che issa la Virtus sull’11-6, su una Latina che sembra aggrapparsi al solo Hairston. Una tripla di Baldasso ed i canestri dei due americani in forza ai capitolini valgono un convincente +12 (18-6).

Raymond risponde dall’arco ma con Chessa e Landi Roma allunga fino al 23-11. Con la tripla di Laganà i pontini si portano sul -5 (25-20), Roberts risponde dalla stessa distanza ma Hairston chiude il primo quarto sul 28-22 per Roma.

Nei primi minuti del secondo quarto Hairston monopolizza un parziale di 8-0 per Latina che vale il 30-30. È Landi a scuotere Roma, firmando in solitaria un controparziale di 5-0 che porta la Virtus sul 37-32.

Chessa allunga per il 42-36, ma con Laganà i pontini tornano sul -2 (44-42). La tripla di Maresca vale il +7 (51-44) Roma del 20’, con Laganà che allo scadere del quarto registra gli unici errori dalla lunetta di tutto il primo tempo.

Parte forte la Virtus nel secondo tempo e con Roberts e Chessa sale fino al +11 di vantaggio (59-48). Un antisportivo fischiato all’ultimo arrivato Filloy, oggi al debutto, sveglia Latina, che con Hairston macina punti, nonostante un Landi a segno dalla distanza che permette a Roma di mantenersi sulla doppia cifra di vantaggio (64-54).

Raymond riavvicina Latina, Maresca va a segno da tre punti (67-59) ma un parziale di 6-0 a firma Laganà regala ai pontini un importante -2 (67-65) a fine terzo quarto.

Roma esce dal campo e c’è spazio solo per Latina: a cavallo tra terza e quarta frazione i pontini piazzano un devastante 16-2 che vale il 69-75 e sembra spedire la Virtus all’inferno. È Baldasso dall’arco a siglare il primo canestro dal campo dei capitolini nell’ultimo quarto, dopo oltre sette minuti di digiuno.

Con Roberts Roma trova il 75-75; e se Hairston colleziona un fatale 2/4 ai liberi, è proprio Roberts a siglare il canestro decisivo del 79-77 a poco più di tre secondi dalla fine. L’ultima risposta di Latina non va, con la Virtus che coglie una vittoria fondamentale.

IL COMMENTO – Con le notizie che giungevano dagli altri campi, la vittoria per la Virtus oggi era un obbligo. Roma la coglie al termine di un match al cardiopalma, che sembrava perso dopo un importante parziale di Latina, di pari passo ad una fase offensiva dei capitolini che offriva solo confusione. Un successo che parte dalla difesa, più intensa nel primo tempo e che ha costretto i pontini ad un misero 2/16 dal perimetro, nonostante qualche grossolano errore sotto canestro.

Una Virtus che va a strappi, tra alti e bassi frutto di convincenti vantaggi e preoccupanti flessioni. Altra gigantesca prova di Roberts, autore di 31 punti ed a segno con il canestro della vittoria, sfruttando un sontuoso assist di Maresca. La doppia doppia di Landi (15 punti e 10 rimbalzi) conferma il buono stato di forma del classe ’94, che sembra aver superato le difficoltà avute nelle prime gare dell’era Bechi.

Si va affinando il gioco in pick’n’roll tra Baldasso e Roberts, mentre è rimandato un Thomas da un deludente 25% dal campo ed apparso distratto e nervoso. Maresca emerge nei momenti finali, tenendo una condotta ordinata nel momento di maggior bisogno.

Ma in casa Virtus preoccupa la situazione infortunati, con Basile e Chessa usciti in anticipo dalla gara e da valutare, mentre Vedovato non è stato della gara a causa di un forte attacco influenzale. Impossibile non segnalare poi un metro arbitrale discontinuo ed ondivago, che scontenta tutti.

Un po’ meno Roma, che vince e si porta a quota 10 punti in classifica, da stasera più corta in ottica salvezza dati i contemporanei successi di Eurobasket Roma e Treviglio. Domenica prossima Virtus di scena sul parquet di Legnano, nella prima giornata del girone di ritorno.

VIRTUS ROMA-BENACQUISTA LATINA 79-77 (28-22; 51-44; 67-65)
ROMA: Basile, Maresca 6, Chessa 7, Donadoni ne, Baldasso 8, Landi 15, Roberts 31, Thomas 12, Taddeo ne, Filloy. All: Bechi.
LATINA: Hairston 26, Tavernelli 8, Laganà 15, Stillitano ne, Saccaggi 6, Allodi 4, Pastore 6, Di Ianni, Jovovic ne, Ambrosin ne, Raymond 12, Cavallo ne. All: Gramenzi.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: