La Virtus Roma torna alla vittoria: Treviglio domata 86-67

Prima vittoria della gestione Bechi per la Virtus Roma, che comanda fin dall’inizio le operazioni contro Treviglio e centra un meritato successo, con Roberts e Thomas sugli scudi

Prima vittoria della Virtus Roma sotto la gestione Bechi

Prima vittoria della Virtus Roma sotto la gestione Bechi

Boccata d’ossigeno per la Virtus Roma, che dopo 5 ko consecutivi torna finalmente alla vittoria schiantando Treviglio 86-67. Il debutto casalingo di coach Bechi coincide con la prima vittoria della sua era sulla panchina dei capitolini, che con Thomas e Roberts trovano continuità per tutto il match e non tremano ai possibili ritorni dei lombardi.

Partita nel complesso ordinata della Virtus, che non manca di sciocchezze ma sa sempre trovare un rimedio, portandosi a casa quei due punti che mancavano dallo scorso 29 ottobre contro Tortona. Nella prossima giornata ostica trasferta a Biella.

LA PARTITABenetti e Roberts inaugurano il match ma Treviglio con Pecchia ribalta per il 4-6. Il lungo statunitense dà un primo allungo ai suoi (15-8), con Rossi che accorcia per il 20-15 del 10’. È sempre il romano doc, in apertura di secondo quarto, a segnare per i lombardi, ricacciati indietro da una tripla di Chessa (25-19).

Con Thomas e Baldasso la Virtus trova il +8 (32-24), ma Marino dal perimetro riavvicina Treviglio (34-29). Sono le terribili distrazioni capitoline a far tornare in carreggiata gli uomini di Vertemati: da un’orrenda persa di Thomas nascono cinque punti consecutivi di Douvier che valgono il -2 (36-34), distacco confermato dal libero di Marino anche all’intervallo (40-38).

Con un ispirato Mezzanotte la Blu Basket trova il vantaggio ad inizio di secondo tempo (44-46), ma Roberts firma in solitaria un parziale di 6-0 che riporta Roma sul +5 (53-48). La tripla di Cesana vale il -2 (53-51) ma la Virtus trova linfa con più protagonisti: il trio MarescaVedovato-Baldasso firma un nuovo parziale di 6-0 che le regala un robusto +13 (68-55) al 30’.

La risposta di Treviglio è tutta in un parziale di 9-2 firmato da Pecchia e dalla tripla di Cesana (70-64). Roma non trema e prima con Chessa, poi con Baldasso trova l’allungo decisivo: nel finale i capitolini sono bravi ad arrotondare il punteggio in ottica differenza canestri, vincendo 86-67.

IL COMMENTO – È una Virtus Roma che con un discreto sforzo centra il massimo risultato. La vittoria era un’opzione pressoché obbligata per i capitolini, il cui successo in questa missione era però tutt’altro che scontato. La tenuta difensiva ha permesso di costruire la vittoria odierna, partendo dall’aver francobollato l’ex Voskuil, costretto ad un emblematico 0/5 dal campo.

Roma ha eseguito il suo piano partita in modo abbastanza ordinato contro una Treviglio sottotono, con qualche sbavatura che comunque non ha compromesso la gestione del match. Sbavature che consistono in frequenti mancanze di cinismo sotto canestro che generano sanguinose palle perse, senza omettere il 3/14 dall’arco che denota la momentanea assenza di tiratori seriali nelle fila virtussine.

Thomas (23 punti) ha avuto libertà di manovra, al pari di un Roberts (21 punti) che ha avuto la meglio su un macchinoso Douvier. Con Maresca che ha dato la giusta impronta alla partita in chiave difensiva, hanno dato segnali di ripresa sia Benetti, ormai titolare fisso, che Vedovato. Prova con più luci che ombre per Baldasso, mentre Chessa è ancora lontano dalla sua miglior condizione.

Continua invece il momento ‘no’ di Landi, incerto in volto ed impreciso sul parquet, che dall’esonero di Corbani sembra aver smarrito quella sua indole verticale che l’aveva portato ad essere tra i ‘sesti uomini’ più incisivi del campionato. La vittoria odierna è solo un primo piccolo passo per Roma, che deve ora proseguire nella sua risalita. Basso profilo e lavoro in palestra per la Virtus, che ora è attesa dalla difficile trasferta di Biella, desiderosa di riscatto dopo la sconfitta casalinga contro Tortona, la prima in regular season dopo 19 vittorie consecutive.

VIRTUS ROMA-TREVIGLIO 86-67 (20-15; 40-38; 68-55)
ROMA: Benetti 6, Basile, Maresca 8, Chessa 7, Donadoni ne, Baldasso 13, Lucarelli ne, Landi 6, Vedovato 2, Roberts 21, Thomas 23, Taddeo ne. All: Bechi.

TREVIGLIO: Carnovali, Pecchia 9, Dessì, Cesana 7, Marino 8, Palumbo 3, D’Almeida ne, Mezzanotte 13, Rossi 10, Voskuil 2, Douvier 15. All: Vertemati.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: