Uno sguardo sul cinema d’autore kurdo

Anche quest’anno il Festival del Cinema Kurdo sbarca a Roma

di Giorgia Braico

fonte immagine: cinemaaquila.com

Giunto alla sua V edizione, Hèviya Azadiye – Speranza di Libertà – Festival del Cinema Kurdo sarà ospitato anche quest’anno nel Nuovo Cinema Aquila di Roma, dal 17 al 20 gennaio 2013; l’inaugurazione invece avverrà il 16 gennaio alla Casa del Cinema, con un seminario svolto da critici e registi e la proiezione del film La voce di mio padre, di Zeynel Dogan.

Il 14 gennaio, ci sarà un’anteprima al Teatro Valle, con la proiezione inedita in Italia del primo film kurdo girato in Armenia nel 1926: Zare, di Amo Bek-Nazaryan. Il film muto sarà accompagnato dall’arpa della musicista Tara Jaff.

Il festival è organizzato dall’Associazione Europa Levante con il patrocinio della Regione Lazio ed il contributo della Provincia di Roma. L’Associazione opera dal 2001 nel campo della solidarietà, della cooperazione e dei diritti umani, soprattutto riguardanti l’area mediorientale e nuovi confini dell’Europa, attraverso progetti di sviluppo locale, scuole, missioni, microimprenditorialità, scambi giovanili.

Promuove in Italia dibattiti ed eventi culturali, concerti e festival cinematografici come questo, nato per diffondere la cultura kurda, e far conoscere le condizioni di questo popolo, favorendo inoltre l’integrazione dei rifugiati giunti nel nostro paese.

La rassegna prevede 25 proiezioni tra lungometraggi, cortometraggi e documentari – inerenti a 10 paesi che vanno dalla zona del Kurdistan fino al nord Europa – opere in anteprima, reading e incontri. Sarà arricchita come sempre da alcuni temi collaterali, quest’anno focalizzati sul ruolo della donna kurda, le tradizioni musicali, e sui tesori archeologici della Mesopotamia.

fonte immagine: europalevante.eu

fonte immagine: europalevante.eu

Sono previste inoltre quattro serate-evento con film, musica e danza, in alcune località della provincia di Roma, ed un evento dedicato alle scuole di cinema kurde, con la presentazione delle opere degli studenti ed un dibattito di confronto con le scuole cinematografiche di Roma, in particolare la “Gianmaria Volontè”.

Il festival è dedicato quest’anno alla memoria della Professoressa Mirella Galletti, membro dell’Istituto kurdo di Parigi e scomparsa nel settembre 2012, che con il suo impegno e le sue numerose pubblicazioni ha fatto conoscere svariati aspetti del Kurdistan e della storia e condizioni del suo popolo.

Festival del Cinema Kurdo

anteprima 14 gennaio c/o

Teatro Valle – Via del Teatro Valle 21, Roma

 inaugurazione 16 gennaio c/o

Casa del Cinema – Largo Marcello Mastroianni 1, Roma

proiezioni ed eventi dal 17 al 20 gennaio c/o

Nuovo Cinema Aquila – Via l’Aquila 66, Roma

Biglietto 4 euro

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. massimo ugolini ha detto:

    ottimo. Bellissima rassegna e ottimo articolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: