Coppe europee 2022/2023: i sorteggi delle squadre italiane

In Champions League ride il Milan, possibilità per Juventus e Napoli mentre all’Inter tocca un girone da incubo. Sorteggi anche per Roma e Lazio in Europa League e Fiorentina in Conference League.

Nella giornata di giovedì 25 agosto 2022 si è tenuto il tradizionale rito dei sorteggi della fase a gironi della Champions League 2022/2023. Quest’anno il grande evento – che solitamente viene organizzato nella sede dell’UEFA a Nyon (Svizzera) oppure nel salone di gala di Montecarlo (Principato di Monaco) – ha avuto luogo a Istanbul, dove il 10 giugno 2023 allo Stadio olimpico Atatürk si disputerà la finale della 68a edizione della Champions League (la 31a con l’attuale format). Ad eccezione del Milan, l’urna turca poteva essere più clemente con le squadre italiane. È quindi ufficialmente partito l’assalto al Real Madrid (campione in carica). Di seguito, forniremo la nostra valutazione di redazione sul grado di difficoltà dei singoli gironi in cui sono state inserite le 4 squadre italiane (scala di valori da 1 a 5: 1=Bassa; 2=Medio-Bassa; 3=Media; 4=Medio-Alta; 5=Alta).

INTER: GIRONE INFERNALE

Ai tempi di Dante Alighieri se fossero già esistiti il calcio e la Champions League, allora il Sommo Poeta avrebbe sicuramente creato un decimo cerchio (girone) infernale in cui collocare le squadre ree in vita di aversela dovuta giocare con due club del gotha calcistico mondiale quali il Bayern Monaco ed il Barcellona. Per i nerazzurri la sorte è stata davvero beffarda. L’accesso agli ottavi per i nerazzurri sarà molto difficile, considerando il potere tecnico e finanziario delle sue rivali. È un girone da incubo. I bavaresi del bravissimo tecnico Julian Nagelsmann esprimono un calcio champagne grazie anche ad una rosa d’élite in cui brilla, tra gli altri, la stella di Sadio Mané. A rendere tragica la situazione, vi è poi la presenza del Barcellona guidato dal grande Xavi. I catalani – malgrado i noti problemi legati al Fari Play Finanziario – hanno comunque condotto una campagna acquisti fenomenale coronata dalla ciliegina sulla torta che porta il nome di Robert Lewandowski (ex Bayern Monaco). Il tiki-taka azulgrana è il marchio di fabbrica per eccellenza. Fortunatamente dalla quarta fascia (si fa per dire!), sono stati pescati i cechi del Viktoria Plzeň allenati da Michal Bílek e Adrián Guľa, che dovrebbero (il condizionale è sempre d’obbligo!) ricoprire il ruolo della vittima sacrificale. GRUPPO C: Bayern Monaco, Barcellona, Inter, Viktoria Plzeň. Grado di difficoltà: 5. MISSION IMPOSSIBLE!

NAPOLI: AVVERSARI CON UNA GRANDE TRADIZIONE DI COPPA

I partenopei possono tirare un piccolo sospiro avendo pescato tra le teste di serie l’Ajax allenata da Alfred Schreuder. Grande tradizione degli olandesi in Champions, che – come di consueto – punteranno su innovazione, bel gioco e, soprattutto, sul vivaio e sui giovani talenti. Tra questi ultimi ricordiamo: Lorenzo Lucca e Steven Bergwijn. La tegola in testa arriva, però, dalla seconda fascia e si chiama Liverpool. I reds del totem Jürgen Klopp sono i chiari candidati alla conquista del primato nel girone, considerando la qualità del gioco e quella della rosa oltre alla forza finanziaria del club. A far paura sono principalmente i grandi attaccanti: Mohamed Salah, Roberto Firmino, Darwin Núñez, Diogo Jota e Luis Díaz. A completare il girone il Glasgow Rangers. La squadra del tecnico olandese Giovanni van Bronckhorst rispetta la tradizionale forza fisica e agonistica dei club anglosassoni. Gli scozzesi, tuttavia, non vorranno recitare il ruolo della “Cenerentola”. GRUPPO A: Ajax, Liverpool, Napoli, Rangers. Grado di difficoltà: 3. FA PAURA SOLO IL LIVERPOOL!

JUVENTUS: SFIDA SOTTO LE LUCI DELLA TORRE EIFFEL

Il girone sorteggiato dei bianconeri può dirsi piuttosto soddisfacente. Il grande avversario è il Paris Saint-Germain di Christophe Galtier. Sotto la guida di Galtier, il PSG in questo avvio di stagione sembra aver perso un po’ di leziosità a vantaggio, invece, di un maggiore livello di pragmatismo oltre che di freschezza atletica. A beneficiare della cura del tecnico marsigliese è stato soprattutto il trio d’assi del club parigino: Kylian Mbappé, Lionel Messi e Neymar. Le zebre torinesi se la vedranno, quindi, con la squadra di Nasser Al-Khelaïfi per aggiudicarsi il primato del girone. Dalla terza fascia, l’urna di Istanbul ha estratto il Benfica (battendo nei preliminari gli ucraini della Dynamo Kyïv). Persa la stella uruguagia di Darwin Núñez (ceduto a luglio 2022 al Liverpool), i portoghesi vantano una grande tradizione in Champions e propongono un calcio moderno ed offensivo. I giocatori più temibili sono: Gonçalo Ramos e Joao Mario (ex Inter). A chiudere il girone, compare il Maccabi Haifa. Gli israeliani allenati da Barak Bakhar sulla carta non possono nutrire grandi speranze di qualificazione (e forse nemmeno per il terzo posto). È pur vero, però, che nelle recenti apparizioni in Champions il Maccabi si è sempre rivelato una squadra ostica da affrontare sia sul piano tattico che agonistico. GRUPPO H: Paris Saint-Germain, Juventus, Benfica, Maccabi Haifa. Grado di difficoltà: 3. DERBY TRANSALPINO PER IL PRIMATO DEL GIRONE!

MILAN: LA FELICITÀ DI ESSER UNA TESTA DI SERIE

L’unica italiana che ride e si ritiene ampiamente soddisfatta dell’esito del sorteggio di Istanbul è il Milan. I rossoneri pescano dalla seconda fascia gli unici avversari temibili: il Chelsea. Gli uomini di Thomas Tuchel – orfani di Romelu Lukaku – hanno condotto una campagna di rafforzamento molto importante. Le stelle, tra le altre, sono: Raheem Sterling, Kai Havertz, N’Golo Kanté, Jorginho, Thiago Silva (ex Milan), Kalidou Koulibaly, Marc Cucurella, Marcos Alonso e Mateo Kovacic (ex Inter). Dalla terza e quarta fascia, la Dea bendata della fortuna ha baciato i diavoli milanesi regalandogli il Salisburgo e la Dinamo Zagabria. Gli austriaci guidati dal tecnico Matthias Jaissle sono un avversario alla portata del Milan, al pari dei croati allenati da Damir Krznar. Da tenere sott’occhio per gli austriaci il centravanti verdeoro Fernando, mentre per i croati i fari sono tutti puntati sull’attaccante centrale Bruno Petkovic. GRUPPO E: Milan, Chelsea, Salisburgo, Dinamo Zagabria. Grado di difficoltà: 2. SORTEGGIO FORTUNATISSIMO!

Oggi si sono tenuti anche i sorteggi di Europa League (presenti Roma e Lazio) e Conference League (con la Fiorentina):

Francesco Ciavarella

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: