Zagabria ha eletto come sindaco Tomislav Tomašević, ambientalista di sinistra

Nel primo turno delle elezioni della capitale croata vince Tomislav Tomašević, candidato ambientalista di sinistra da sempre sostenitore del movimento green.

Secondo i risultati preliminari del primo turno di voto, Tomislav Tomašević, candidato della coalizione ambientalista di sinistra, Možemo!, ha vinto le elezioni di domenica 30 maggio, diventando il sindaco della capitale della Croazia, Zagabria. Si tratta di una grande conquista contro i conservatori al potere finora nel Paese.

Tomašević ha ottenuto circa il 65% dei voti, mentre il candidato di destra, Miroslav Škoro, ha guadagnato circa il 34%. I dati sono stati riportati dalla televisione di Stato croata dopo il conteggio dei voti, domenica.

Grazie per la vostra fiducia, speranza e sicurezza che un vero cambiamento è possibile” ha ringraziato Tomašević dopo aver appreso dei risultati. “Grazie per un mandato pulito per cambiamento vero!”.

Secondo gli analisti, il successo della coalizione ambientalista di sinistra a Zagabria ha mostrato che le persone sono stufe dei partiti tradizionali che a lungo hanno dominato la scena politica. Per 20 anni, la capitale croata è stata governata da Milan Bandic, che è stato indagato per diversi scandali di corruzione.

Chi è Tomislav Tomašević?

Il candidato sindaco di Zagabria è entrato a far parte di Zelena akcija (Green Action), nel 1998, quando aveva solamente 16 anni. Nove anni dopo è diventato presidente di questa organizzazione ambientalista, adesso nota con il nome Zelena akcija/Friends of the Earth Croatia, mantenendo tale carica fino al 2012.

Tomašević ha ottenuto un master di ricerca in ambiente, società e sviluppo presso l’Università di Cambridge. Inoltre, ha partecipato a numerose conferenze delle Nazioni Unite. Fino a poco tempo fa, era il direttore dei programmi presso l’Istituto di Ecologia Politica, un think tank di politica pubblica.

Il candidato sindaco di Zagabria ha capeggiato la campagna contro la corruzione e la privatizzazione dei servizi pubblici. Inoltre, si è opposto alla costruzione di un centro commerciale e appartamenti di lusso in centro, nonché di un inceneritore.

Prima delle elezioni locali, Tomašević aveva promesso di migliorare i servizi pubblici e di abbassare il costo delle bollette per la popolazione locale. Ha altresì proposto una industrializzazione verde e una serie di severe regole ambientali negli approvvigionamenti pubblici.

Il programma del partito del nuovo sindaco di Zagabria si concentra sulla gestione dei rifiuti e dell’acqua, sulla mobilità e la decentralizzazione e sull’introduzione di principi economici circolari. Nel suo recovery plan ambientale, la coalizione ha dichiarato di voler aiutare migliaia di case nell’installazione di sistemi fotovoltaici, promettendo anche di migliorare le misure di efficienza energetica in metà degli edifici di proprietà della città di Zagabria entro il 2030.

La piattaforma include anche l’espansione della rete di riscaldamento distrettuale e lo sviluppo delle pompe di calore e dell’energia geotermale. Možemo! ha dichiarato di puntare a tagliare le emissioni di carbonio nella capitale croata del 65% nei prossimi dieci anni, rendendo la città libera dal carbonio entro la metà del secolo.

 

Traduzione di Chiara Romano via balkangreenenergynews.com, 680news.com

Immagine di copertina via balkaninsight.com

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: