Tesla Music Festival: per la libera trasmissione dell’energia

Nel cuore d’Italia, in Umbria, sulle sponde del lago di Piediluco seguendo il flusso delle cascate delle Marmore, quattro giorni per vivere un festival multidisciplinare di arte, sport, musica e tecnologia

Quello che vogliamo più di ogni altra cosa sono relazioni più strette e una migliore comprensione tra le persone e la comunità in ogni tipo di luogo della terrà, oltre all’eliminazione di quella devozione fanatica che esalta ideali di supremazia e onore nazionale sempre pronti a far precipitare il mondo nella barbarie primordiale del conflitto“. Le mie invenzioni, autobiografia di un genio di Nikola Tesla.

Questa citazione non è soltanto estremamente attuale viste le contingenze ma è stata anche la fonte di ispirazione, alcuni mesi fa, per l’ideazione del Tesla Music Festival 2018, manifestazione multidisciplinare alla sua prima edizione che in Umbria animerà il lago di Piediluco e le cascate delle Marmore dal 30 agosto al 2 settembre.

Non solo musica nonostante il titolo del festival, ma anche ambiente, tecnologia, arte e sport per promuovere il territorio e le relazioni interpersonali grazie allo svolgimento di diversi workshop tematici. Sostenibilità ambientale, tecnologia come opportunità per tutti i supporti favoriranno l’inclusione di persone con disabilità e la possibilità di fruire egualmente a tutte le aree della manifestazione, arte come espressione di se stessi e sport nella sua declinazione più nobile, quella senza barriere.

Dietro tutto questi progetti e suggestioni c’è il lavoro quotidiano di una manciata di giovani riuniti assieme in un’associazione per la promozione sociale. Il presidente Letizia Valenti, il segretario Sara Galli, il tesoriere Filippo Persichetti e i membri del direttivo Nicola Menichelli, Giovanna Tamburrini, Manuel Trotti. Incontriamo qualche settimana fa la presidentessa, che ci ha spiegato com’è nato il Festival: “L’idea nasce dalla necessità di valorizzare delle realtà del territorio che troppo spesso non vengono messe in luce nel ternano. E quindi con un gruppo di ragazzi volenterosi ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo deciso di fare qualcosa che potesse coinvolgere molte persone, arrivare a tutti, quindi abbiamo pensato a un evento senza barriere che unisca contenuti culturali a eventi musicali e perché no anche enogastronomici“.

Nulla è stato lasciato al caso, neppure la location e Letizia ci spiega: “Il lago di Piediluco è un gioiello della Valnerina e ci permette di coniugare tematiche come sport e ambiente, oltre a quella della tecnologia e dell’arte, in un posto simbolo delle bellezze umbre e nello specifico di Terni. Il Tesla punta a essere un contenitore esperienziale che possa fornire degli spunti di riflessione sull’importanza della condivisione e della collaborazione, una spinta all’integrazione e alla valorizzazione delle risorse umane e naturali veicolata tramite linguaggi trasversali“.

La line up degli artisti coinvolti nella quattro giorni:

tesla

Resta aggiornato dai canali social dell’evento:
#teslamusicfestival2018
Instagram

Greta Bisello

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: