Volley, ultima fermata per la Coppa Italia

Si definiscono oggi gli accoppiamenti per la Final Eight. Lube Banca Marche Macerata testa di serie, bagarre in coda

di Gabriele Farina
su Twitter @Gabri3_0

Bruninho (fonte immagine: www.pallavolomodena.com)

Bruninho, neo acquisto di Modena (fonte immagine: www.pallavolomodena.com)

Macerata sicura, Molfetta spera. Oggi si gioca l’ultimo turno del girone d’andata di Serie A1 (inizio alle 20.30). La Lube capolista è giù certa di essere testa di serie, mentre dal quinto al nono posto ci sono cinque squadre in quattro punti e le posizioni sono più che mai “magmatiche”.

Le prime otto formazioni disputeranno la Final Eight di Coppa Italia, con i tipici incroci di classifica (prima contro ottava, seconda contro sesta, etc.). Ecco le sfide di oggi e i possibili accoppiamenti:

Copra Elior Piacenza (23 punti) – Lube Banca Marche Macerata (29) – È il big match. I marchigiani vogliono chiudere da imbattuti la loro marcia al vertice (dieci vittorie, di cui 8 addirittura per 3-0). Dall’altra parte della rete gli emiliani sono in piena corsa per il secondo posto, avendo un punto di vantaggio sulla Diatec Trentino campione d’Italia. Sarà la sfida di due registi (De Cecco contro Baranowicz), di due opposti (Zlatanov contro Zaytsev) e di giocatori di tutta esperienza (tra tutti Papi e Parodi). Giovedì 16 partirà anche il doppio confronto in Champions League. C’è il serio “rischio” che due formazioni così si affrontino ancora in stagione. Una gara tutta da seguire.

Diatec Trentino (22) – Calzedonia Verona (15) – La delusa contro la sorpresa. I detentori dello scudetto hanno avuto un inizio di stagione tra alti (ultimamente) e bassi (come l’eliminazione nel Mondiale per club dopo quattro anni di vittorie consecutive). Perduti prezzi pregiati in campo (Kaziyski, Stokr, Juantorena) e in panchina (Stojčev), la squadra si affida a Serniotti e Bruno Da Re, nuovo general manager dopo la sfortunata esperienza a Modena. Dalla società gialloblù viene anche Andrea Giani, allenatore che ha saputo sinora tirare fuori il meglio da Gasparini, Boninfante e compagni. Con due punti gli estensi sarebbero certi del quinto posto, un risultato su cui pochi avrebbero puntato alla vigilia.

Casa Modena (13) – Bre Lannutti Cuneo (13) – Scontro tra grandi. Lo scorso anno la sfida tra emiliani e piemontesi si è presentata ai quarti di finale (con la vittoria dei secondi), mentre oggi la gara può valere al massimo il quinto posto, che vorrebbe dire affrontare Perugia. Il pubblico del PalaPanini è entusiasta per l’ingaggio di Bruninho, uno dei migliori alzatori in circolazione e da molti ritenuti il migliore in Italia. A lui il compito di guidare un attacco finora non stellare, in cui mancherà Kovacevic. Tra le fila ospiti, occhi puntati su Antonov. Un’altra  partita da non perdere: chi perde rischia di non prendere parte alla Coppa.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (12) – Exprivia Molfetta (11) – Gara senz’appello. L’incontro tra calabresi e pugliesi mette a disposizione uno scomodo pass di Coppa Italia perché le possibilità di affrontare Macerata sono davvero alte. Entrambe le formazioni sono in corsa e con un successo “netto” approderebbero alla Final Eight. Vibo Valentia potrebbe permettersi anche un 2-3, ma dovrebbe sperare che Cuneo  non faccia punti. Un quadro che proietterebbe i piemontesi e le due sfidanti a 13, ma con Molfetta e Vibo Valentia nell’ordine favorite per vittorie e conteggio set. Lo stesso discorso vale se Modena perde “secco”, senza bisogno di vedere il conteggio set. Parola al campo con la sfida tra Cisolla e Sabbi.

Altotevere Città di Castello (8) – Sir Safety Perugia (19) – Il derby. La matricola, nata dalla fusione tra Altotevere San Giustino e Città di Castello, ha abbandonato ogni ambizione di entrare tra le prime otto. Attenzione però: al PalaKemon sono uscite sconfitte Modena, Ravenna e soprattutto Piacenza. Ecco perché i “cugini” (tre sconfitte fino adesso) devono stare in guardia. Il quarto posto è sicuro (Trento è irraggiungibile per quoziente set, Verona è troppo lontana), ma Atanasijevic e compagni non vogliono fare sconti.

CMC Ravenna (8) – Andreoli Latina (7) – Nessuna ambizione di Coppa. Romagnoli e laziali hanno il peggior bilancio del torneo (due vittorie e otto sconfitte) e non hanno alcuna possibilità di agganciare le prime otto. Lo spettacolo comunque non mancherà: la squadra di Bonitta ha espugnato Molfetta e sconfitto in casa Vibo Valentia. Pugliesi e Altotevere le due squadre battute dal team di Santilli, ancora in cerca del primo acuto esterno.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 15 Gennaio 2014

    […] in graduatoria) la suggestione del confronto in Trentino (3°) con una squadra altalenante, in cui ha da poco esordito il general manager Bruno Da Re, partito con qualche rimpianto dalla “città della […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: