Volley: Lube in finale, Copra vede la luce

Nelle semifinali scudetto Macerata ha battuto Modena con il terzo 3-0 della serie e vola in finale. Piacenza resiste a Perugia: è 2-1 nella serie

di Gabriele Farina
su Twitter @Gabri3_0

lega volley-maschileNemmeno un set. La Lube Macerata batte Casa Modena con un triplo 3-0 e ottiene l’accesso per l’ultimo atto, la finale scudetto. La Copra Piacenza soffre un’indomita Sir Safety Perugia, ma si porta 2-1 nella serie e domani sera può chiedere la pratica.

La forza dei sornioni -Ricordate “Ricomincio da capo”? È un film con Bill Murray, citato anche dall’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta in cui il protagonista si risveglia ogni mattina ed è sempre il “giorno della marmotta”. La sfida tra i biancorossi e i gialloblù è stato un continuo déjà vu. La squadra di Lorenzetti è stata nella linea di galleggiamento, e spesso avanti, in ciascun parziale della serie.

Era accaduto in gara-1 a Osimo e il copione si è ripetuto nei due incontri successivi. Guidata da un Bruninho a corrente alternata, la truppa emiliana ha combattuto punto a punto sino a quando il pallone iniziava a diventare pesante. Poi i ragazzi di Giuliani hanno deciso di fare sul serio e la luce per Modena si è spenta. Nemmeno l’infortunio di Kovar (in gara-2) ha fermato la carica dei marchigiani: il suo sostituto, Bartosz Kurek, è stato il migliore nell’ultimo incontro, in cui i canarini hanno avuto la forza di resistere fino al 34-32 del terzo parziale prima di soccombere. Terza finale scudetto per Macerata, mentre gli emiliani si possono consolare con le parole di Bruninho, che si dice proiettato verso una nuova stagione ai piedi della Ghirlandina. Vicina la conferma per Angelo Lorenzetti, mentre è già arrivata l’ufficialità per Alberto Giuliani.

Contro questa Modena è sempre complicato venire a capo dei set – ha riconosciuto l’allenatore dei marchigiani – ci siamo riusciti, ma questo è un monito per le partite future. Non me l’aspettavo di vincere tre volte 3-0 con Modena, anche se almeno sei di questi set sono stati lottati punto a punto.

In tutte e tre le partite ci è sempre mancato un soldino per fare una lira – ha rimarcato il tecnico geminiano – nel senso che siamo sempre attaccati alla Lube, senza però mai riuscire ad essere concreti fino in fondo. Dietro questo, naturalmente, ci sono fattori tecnici evidenti”.

Fino all’ultimo respiro – Emozioni senza fine nella serie tra Piacenza e Perugia. Copra e Sir Safety hanno dato vita a due battaglie sul parquet, chiuse entrambe ai vantaggi. In gara 2 gli umbri hanno rispettato il fattore campo, resistendo alla riscossa emiliana (da 2-0 a 2-2) e chiudendo al fotofinish. Altalena di emozioni anche al Pala Banca. Ospiti due volte avanti e due volte raggiunti dalla squadra di Kovac. Nel tie-break, i padroni di casa scattano, mantengono tre punti di vantaggio sino al 12-9. Due errori di Papi agevolano gli ospiti, poi ci pensa Simon a chiudere i conti.

Il comune denominatore della serie è stato Aleksandar Atanasijevic. Lo schiacciatore serbo ha messo a terra 24 e 31 punti nelle due gare, confermandosi un trascinatore. Voci di corridoio indicano un possibile trasferimento in Giappone, ma anche in Italia si fa il suo nome tra i top team.

Abbiamo sofferto – ha detto Samuele Papi ma l’importante è avere raggiunto l’obiettivo di portarci nuovamente sul più uno. Ora dobbiamo riposare in vista di gara 4 a Perugia: sarà sicuramente una nuova sofferenza, ma proveremo in tutti i modi a portare a casa la partita.

In queste gare si sta vedendo equilibrio – ha aggiunto Nemanja Petric, giocatore umbro e anche il fattore campo fa la sua parte. Ora pensiamo alla prossima gara, ultimamente abbiamo visto che possiamo andare a risultato con Piacenza e faremo il possibile per allungare la serie”.

Playoff 5° posto -Giovedì 24 scattano le semifinali per una posizione in Challenge Cup. La Diatec Trentino è stata promossa in Coppa Cev grazie a Macerata. I trentini sono infatti la miglior formazione di regular season non qualificata in Champions League. Modena dovrà quindi sudare per avere una qualificazione europea.

Risultati quarti: Latina 1-1 Trento (vittoria al golden set), Ravenna 2-0 Verona, Vibo Valentia 0-2 Cuneo, Altotevere Città di Castello 1-1 Molfetta (2-3, 3-0, Altotevere promossa)

Quadro semifinali: CMC Ravenna – Casa Modena, Altotevere Città di Castello – Bre Lannutti Cuneo (gara-1 giovedì 24 aprile, gara-2 domenica 27 aprile)

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 22 Aprile 2014

    […] Lube, alla prima delusione stagionale. La favorita d’obbligo, sulla carta, sarebbe Macerata: la testa di serie numero 1 ha impiegato nove set senza perderne alcuno contro Casa Modena per approdare all’ultimo atto. Il condizionale è […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: