Volley, è bis azzurro: sconfitto l’Iran

Nel secondo turno di World League l’Italia supera con un doppio 3-0 la squadra di Kovac e rimane in testa a punteggio pieno. Ora tocca alla Polonia

di Gabriele Farina
su Twitter @Gabri3_0

volley-world-league-2014Un’Italvolley da sogno. Gli azzurri conquistano altre due vittorie nel secondo turno di World League e restano in testa a punteggio pieno. Dopo la netta affermazione contro il Brasile, la squadra di Berruto sconfigge di slancio l’Iran.

Un doppio successo che i non addetti ai lavori potrebbero dare per scontato, ma non è così. Appena un anno fa gli asiatici, guidati allora da Julio Velasco, hanno espugnato 3-1 il PalaPanini. Amichevole? No, sempre una gara di World League.

Partite già vinte nello sport non esistono, basta chiedere alla nazionale di calcio fresca di un pareggio (questo sì in amichevole) contro il Lussemburgo. A Trieste e Verona contavano i tre punti e l’Italia della pallavolo ha risposto presente.

Con Dragan Travica confermato in regia, i padroni di casa hanno impiegato meno di novanta minuti per sconfiggere la formazione allenata da Slobodan Kovac per tre set a zero (25-19 25-22 25-23). Nessun’omonimia: è lo stesso tecnico che ha guidato Perugia alla prima storica finale scudetto contro Macerata. Grande prova corale di Jiri Kovar e compagni: il miglior realizzatore è stato lo schiacciatore della Lube con 15 punti, uno in più di Simone Parodi (rimasto suo compagno in biancorosso) e tre di Ivan Zaytsev, che invece ha lasciato le Marche e il massimo campionato per giocare a Mosca.

Dura qualche minuto in più la seconda partita, disputata al Pala Olimpia. Spinta da Shahram Mahmoudi (dodici per lui), la formazione ospite si porta ai vantaggi nel primo parziale, perso 27-25. Nel secondo l’Italia ristabilisce subito le distanze con un imperioso 25-18. Nel terzo gli azzurri concedono quattro punti in più, chiudendo così la pratica. Miglior marcatore stavolta lo Zar con 18 punti, tre in più di Kovar.

Nell’altra doppia sfida del girone, la Polonia ancora una volta a nudo i limiti del Brasile. I carioca vincono non senza soffrire gara-1 (25-23 29-27 25-19), ma la vera sorpresa è in gara-2. A Maringa la squadra allenata da Stephane Antiga (un passato a Cuneo) sorprendere i verdeoro chiudendo tre set avanti: 26-24 28-26 25-21. Sugli scudi Rafal Buszek, stella del Resovia, con 16 punti.

La classifica del girone A vede così i biancorossi al secondo posto, con gli stessi punti del Brasile ma con due partite in meno disputate. Proprio la Polonia sarà il prossimo avversario degli azzurri, venerdì 6 e domenica 8. Un doppio successo a Bari e a Roma (nel Centrale del Foro Italico) vorrebbe dire presentarsi al giro di boa a punteggio pieno e con la qualificazione in tasca.

Ecco il quadro dei gironi

Pool A:  Italia-Iran 3-0 3-0, Brasile-Polonia 3-0 0-3
Classifica: Italia 12, Polonia e Brasile 3, Iran 0

Pool B: Serbia-Russia 3-2 3-1
Classifica: Serbia e Usa 5, Bulgaria e Russia 1

Pool C: Canada-Finlandia 3-0 3-2
Classifica: Belgio 6, Canada 5, Finlandia 1, Australia 0

Pool D: Francia-Giappone 3-0 3-0, Argentina-Germania 3-0 2-3
Classifica: Francia 11, Germania 7, Argentina 5, Giappone 1

Pool E: Olanda-Corea del Sud 3-0 1-3, Portogallo-Repubblica Ceca 3-1 0-3
Classifica: Repubblica Ceca (ratio set 1.333, ratio point 1.025), Olanda (rs 1.333, rp 1.018), Corea del Sud (rs 0.750, rp 0.982) e Portogallo (rs 0.750, rp 0.975) 3

Pool F: Turchia, Tunisia, Messico e Cuba
Pool G: Slovacchia, Porto Rico, Spagna e Cina

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 9 Giugno 2014

    […] rosee aspettative. Contro i biancorossi si è rivista la nazionale vogliosa che aveva sgominato l’Iran e sorpreso il Brasile nella tana dei […]

  2. 16 Giugno 2014

    […] squadra apparsa fino a quel momento inarrestabile, come testimoniano le vittorie contro l’Iran (due 3-0) e l’exploit in casa del […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: