Basket: per la Virtus Roma c’è l’ostacolo Caserta

Trasferta impegnativa per l’Acea contro la Pasta Reggia dopo le due sconfitte di fila tra campionato ed Eurocup. Coach Dalmonte: “Dobbiamo limitare le palle perse e non concedere attacchi facili”

di Graziano Rossi
su Twitter @grazianorossi

Bobby Jones domani potrà esordire in campionato (fonte immagine: tuttosport.com)

Bobby Jones domani potrà esordire in campionato (fonte immagine: tuttosport.com)

Dopo la sconfitta di mercoledì in Eurocup in casa degli spagnoli del CAI Zaragoza la Virtus Roma domani pomeriggio sarà in campo a Caserta contro la Pasta Reggia per fermare subito la striscia negativa tra coppa e campionato. Lo stop di domenica scorsa al supplementare contro Cantù ha evidenziato dei problemi in casa Acea soprattutto nella gestione degli ultimi minuti di partita.

Nella conferenza stampa prima di partire alla volta della Campania, Luca Dalmonte ha evidenziato come il match di domani sarà complicato, a cominciare dal punto di vista atletico: “La Virtus si presenta alla gara consapevole delle caratteristiche principali di Caserta, atletismo e giocatori bravi nell’  uno contro uno. La Pasta Reggia può contare su ali con molte licenze e libertà come Brooks e Scott, su un playmaker, Hannah, motivato a fare benissimo con le sue doti offensive dopo la sosta ai box”.

E a proposito di attacco, il coach dei romani ha le idee chiare: “Dovremo cercare di non dar loro la possibilità di corsa e avere buon approccio offensivo, limitando le palle perse e non concedendo secondi tiri, questi numeri avranno un peso importante sulla partita”.

Caserta arriva dalla sconfitta contro Reggio Emilia e finora in campionato ha fatto lo stesso cammino dell’Acea, con 2 vittorie e altrettante sconfitte. La Pasta Reggia potrà contare nuovamente sull’americano Stephon Hannah, che dopo la multa e l’estromissione dalla squadra a causa di motivi disciplinari è stato reintegrato anche per le scuse dello stesso playmaker classe 1985.

In casa Virtus è stato finalmente tesserato Bobby Jones. L’americano ha preso il passaporto della Guinea Equatoriale e potrà quindi giocare con lo status di Cotonou, cioè come atleta comunitario. E se Jones domani potrà scendere sul parquet, la società dovrà capire se tenere o meno Michal Ignerski, che fino a questo momento ha dimostrato di poter restare a Roma.

Questione Jones a parte, l’Acea al PalaMaggiò dovrà tenere alta la concentrazione per tutti e 40 i minuti di gioco, perché se è vero che Jordan Taylor sta tornando a giocare ad alti livelli e Jimmy Baron si sta rivelando quel giocatore mortifero dalla lunga distanza come si sperava,  è Quinton Hosley a dover dimostrare più continuità. Continuità che dovrà essere al servizio della squadra e non solo con giocate individuali, un po’ troppe nelle ultime tre partite di questa stagione.

I precedenti tra Roma e Caserta vedono la Virtus avanti con 23 vittorie contro le 19 dei campani. Gli ex della partita sono due, da una parte Alex Righetti e dall’altra Marco Mordente. Aggiornamenti in diretta  di Pasta Reggia – Acea sul nostro profilo Twitter @ghigliottina.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: