Basket, Treviso batte a domicilio 81-69 una Virtus Roma stanca e distratta

Brutta prestazione della Virtus Roma, che perde in casa dopo due successi consecutivi. Prima vittoria in trasferta invece per la De’ Longhi Treviso

La Virtus Roma nel secondo match casalingo consecutivo mostra di non aver risolto i problemi difensivi emersi contro Pesaro e ancora una volta va in difficoltà soprattutto a rimbalzo, con Treviso che si impone per 69-81.

Partenza da incubo di Roma, che appare molto affaticata, disattenta in difesa e imprecisa in attacco, tema che andrà avanti per tutta la partita. Le triple degli ospiti, Logan su tutti, affondano i padroni di casa. La Virtus non trova mai una vera e propria reazione, con un Dyson sottotono, e deve arrendersi alla De’ Longhi, che trova così il primo successo fuori le mura di casa. Squadra di Piero Bucchi apparsa molto nervosa per tutto il match, soprattutto a causa di un arbitraggio molto discusso in campo e sugli spalti.

LA PARTITA – Inizio partita da dimenticare per Roma, con tre triple subite nei primi minuti, due di Logan e una di Alviti che firmano un parziale di 9-2 per Treviso. Nel primo quarto è Jefferson a tenere a galla i suoi con un’ottima partenza con 11 punti nei primi 10 minuti. Fotu e Tessitori provocano non pochi problemi alla difesa della Virtus, arrivando sempre per primi a rimbalzo, mettendo in difficoltà soprattutto un Alibegovic poco incisivo per tutta la partita. Gli ospiti chiudono la prima frazione in vantaggio di 12 punti (13-25).

Ad inizio secondo quarto la Virtus prova a reagire con Buford e il solito Jefferson costringendo subito Treviso al timeout. Ma al rientro in campo è di nuovo la squadra veneta a fare la partita, dominando a rimbalzo e ricacciando indietro Roma, con la tripla ancora una volta di Logan a timbrare un parziale di 12-4 a 5′ dalla fine del primo tempo (25-41). La seconda metà del secondo quarto vede la Virtus provare a tenere botta ma le triple della De’ Longhi la tengono dietro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La ripresa inizia con grosse polemiche nei confronti dell’arbitraggio, con Nikolic che dopo un contatto dubbio mette a segno una tripla. Veementi proteste dei giocatori di casa con Dyson che si prende un fallo tecnico sul 37-56. Jefferson prova a trasformare la rabbia in grinta mettendo a segno 4 punti di fila, ma Logan risponde di nuovo da tre. La Virtus non si arrende e prova a rifarsi sotto con Kyzlink, e, sfruttando gli errori di Treviso, chiude il terzo quarto sotto di nove lunghezze (55-64).

Nell’ultimo periodo vi sono molti errori da entrambe le parti, l’unico a non sbagliare è sempre Logan che punisce ancora da tre punti. Dopo un’altra tripla, questa volta di Chillo, Roma tenta un’ultima reazione con un mini parziale di 6-0 a 4′ dalla fine (61-70), spenta subito dall’ennesimo canestro da tre degli ospiti di un liberissimo Imbrò. Match che terminerà sul 69-81 per la De’ Longhi Treviso.

Virtus Roma poco lucida per tutta la partita, con una fase difensiva ancora una volta da rivedere. Si aspettavano dei segnali dopo la vittoria poco convincente contro Pesaro ma non ci sono stati. Nella prossima sfida esterna contro Varese ci sarà bisogno di una prova più solida.

VIRTUS ROMA – DE’ LONGHI TREVISO 69-81 (13-25; 35-50; 55-64)

ROMA: Cusenza ne, Moore, Alibegovic 4, Rullo ne, Dyson 10, Baldasso 8, Pini 1, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 23, Buford 7, Kyzlink 16

Treviso: Tessitori 10, Logan 23, Alviti 9, Nikolic 13, Parks, Imbro 6, Chillo 7, Uglietti 5, Severini, Fotu 8

Matteo Bandino

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: