Joel-Peter Witkin in mostra al MNAF di Firenze

Il controverso, magnetico, onirico maestro della fotografia sperimentale approda a Firenze

di Giorgia Braico

Dal 21 marzo al 24 giugno 2013 è possibile visitare la mostra Joel-Peter Witkin. Il maestro dei suoi maestri, presso il Museo Nazionale Alinari della Fotografia (MNAF) di Firenze.

fonte immagine: mnaf.it

fonte immagine: mnaf.it

La Fratelli Alinari, in collaborazione con la parigina Galleria Baudoin Lebon propongono una serie di 55 scatti del fotografo americano (classe 1939), famoso per il suo stile sperimentale, eccentrico e provocatorio. Le sue immagini ritraggono persone, o per meglio dire corpi, a volte parte di essi, racchiusi in una visione pittorica tutta personale dell’artista, in cui si fondono elementi artistici della tradizione europea (di cui ripropone le pose e le opere), e della mitologia, oltre a grandi nomi della fotografia.

I temi che affronta nelle sue composizioni sono il significato della bellezza, la ricerca spirituale, la religione, e soprattutto la morte. Witkin ha più volte dichiarato di essere stato influenzato in questo da un terribile incidente stradale a cui ha assistito da bambino.

Le sue fotografie, prevalentemente in bianco e nero, sono il risultato di una serie di passaggi manuali che elabora personalmente, inserendo graffi, strappi e macchie sui negativi, utilizzando filtri e oggetti posti tra il supporto e l’ingranditore, studiando ogni minimo dettaglio, preparando bozze e schizzi. Le opere del fotografo sono piene di citazioni artistiche, e raffigurano i cosiddetti “freak”, nani, storpi, ermafroditi, spesso utilizzando veri e propri cadaveri o parti di essi.

Anche in questa mostra, Witkin ripropone i suoi nudi di figure umane distorte e manipolate, in una ricerca sulla bellezza ed il deterioramento del corpo, racchiuse in una cornice irreale, quasi onirica, proveniente dal grande immaginario fantastico dell’artista.

fonte immagine: metal-archives.com

fonte immagine: metal-archives.com

Sono opere che fanno sicuramente molto discutere, nella loro dimensione di portatrici di inquietudine, e di senso della morte, all’interno del mondo dell’arte. Sicuramente non convenzionali, queste opere racchiudono però una molteplicità di significati ben precisi, voluti e studiati ad arte, a cui non si può rimanere indifferenti.

Le immagini di Joel-Peter Witkin sono state esposte nei principali musei e gallerie di tutto il mondo, e tra il 1999 e il 2000 è stato nominato “Chevalier de l’ordre des Arts et des Lettres” e “Commandeur de l’ordre des Arts et des Lettres”.

Joel-Peter Witkin. Il maestro dei suoi maestri

c/o MNAF –  Museo Nazionale Alinari della Fotografia

P.zza Santa Maria Novella 14 – Firenze

Dal 21 marzo al 24 giugno 2013

Orario: tutti i giorni ore 10.00-18.30; mercoledì chiuso

 

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: