Basket: l’Acea Roma conferma il terzo posto

Nell’anticipo di sabato la Virtus ha battuto 74-69 l’Umana Venezia e consolida la sua posizione dietro Varese e Sassari. Gigi Datome: “Quando mettiamo intensità  e difendiamo forte facciamo paura a tutti”

di Graziano Rossi

Gani Lawal, fondamentale anche sabato contro l'Umana Venezia (fonte immagine: sport.virgilio.it)

Gani Lawal, fondamentale anche sabato contro l’Umana Venezia (fonte immagine: sport.virgilio.it)

In un anticipo spostato a sabato causa esigenze “religiose” (l’elezione del nuovo Papa), l’Acea Roma non solo conferma quanto di buono fatto a Siena pochi giorni fa (leggi qui l’analisi della vittoria contro la Montepaschi), ma consolida la sua terza posizione in classifica dietro il duo di testa formato da Varese e Sassari.

Grazie al successo di due giorni fa contro l’Umana Venezia per 74-69 la squadra di Marco Calvani diventa una delle protagoniste di questo scorcio di stagione, quello che porta direttamente al tabellone playoff. E a proposito di post-season, fa un certo effetto vedere la Virtus davanti ai campioni d’Italia di Siena e alle ‘scarpette rosse’ dell’EA7 Emporio Armani Milano, ko sempre sabato nel derby contro Cremona, perso 78-81 in casa.

La solidità di Gigi Datome e compagni si evidenzia in entrambi i lati del campo, dove spesso è Gani Lawal a farla da padrone, sia in attacco che in difesa. Contro Venezia il nigeriano ha sfornato una prestazione da 22 punti, 11 rimbalzi, 1 stoppata e ben 9 falli subiti, segno che il 57 di valutazione di dicembre contro Sassari non fu solo un caso.

In ogni caso è anche la testa a funzionare come si deve, specie nei momenti decisivi: Venezia la partita è stata tutt’altro che in discesa, tant’è che il primo quarto aveva visto gli ospiti chiudere in vantaggio di 8 punti (17-25). Da questo momento in poi il match è stato in discussione fino al minuto 35, quando proprio Lawal ha dato quel contributo in più necessario per affondare il colpo finale. Successo importante considerando anche che Roma appena 5 giorni prima aveva trionfato in casa della Montepaschi nel posticipo del lunedì.

Gigi Datome evidenzia infatti che nonostante la Reyer abbia provato a fare il colpaccio al Palazzetto dello Sport, “quando mettiamo questa intensità e difendiamo forte facciamo paura a tutti“. Il capitano della Virtus aggiunge poi che “anche oggi (sabato, ndr) non ricordo nessuno che non abbia contribuito alla vittoria, ognuno in qualche momento della partita è stato importante“.

Con il successo su Venezia l’Acea ha conquistato il quarto successo consecutivo e il sogno di essere una delle protagoniste assolute di questo campionato sembra essere più vero di quanto le aspettative di inizio stagione potessero indicare.

Domenica prossima Roma giocherà ancora in casa ospitando l’Oknoplast Bologna in quello che viene definito “derby delle Virtus”. La squadra di Luca Bechi ha vinto 82-74 il derby contro la Trenkwalder Reggio Emilia e si presenterà al Palazzetto dello Sport con qualche convinzione in più.

Negli altri match della 7a giornata di ritorno della Serie A Beko spicca il posticipo tra le prime due della classe Varese e Sassari. Il match del PalaSerradimigni ha visto la vittoria del Banco di Sardegna 76-75, e consente così alla squadra di Meo Sacchetti di riagguantare la Cimberio in testa alla classifica con 36 punti.

Cade ancora la Montepaschi Siena, questa volta a Caserta (72-64), e oltre al successo di Cremona a Milano, Cantù ha battuto Pesaro 74-62, mentre in coda Biella è stata sconfitta in casa da Avellino 72-77 e Montegranaro ha vinto tra le mura amiche contro Brindisi (93-86).

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: