Volley: Serie A1, volata finale verso i playoff

Itas sicura del primo posto, tre squadre in altrettanti punti. Bene le emiliane e la Lube, Latina è nona

di Gabriele Farina
Twitter: Gabri3_0

Un time out di Casa Modena ieri al PalaPanini (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Un time out di Casa Modena ieri al PalaPanini (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Conclusa la penultima giornata di campionato, sono quasi fatti i giochi per le dieci squadre che lotteranno per il titolo. Trento è sicura del primo posto in classifica dopo il successo interno con Verona. Macerata allontana Cuneo ed è certamente seconda, Modena blinda la quinta piazza sconfiggendo San Giustino.

Netto il 3-0 contro Altotevere, decima in classifica. Di fronte ai quasi tremila del PalaPanini, i gialli esibiscono la classica difesa dalle sette vite, oltre Celitans in gran forma: 17 punti vincenti, con tre ace e il 53% in attacco.

Dall’altra parte, come ha criticamente sottolineato coach Fenoglio, la partita degli umbri è stata “disastrosa”. L’allenatore ospite ha reso merito alla squadra di Lorenzetti, con la quale i gialli hanno avuto “una crescita esponenziale dal punto di vista tecnico e soprattutto tattico”. A ogni modo, ha concluso Fenoglio, è stata “una brutta figura”.

Archiviato agevolmente il primo set con il punteggio di 25-15, Casa Modena soffre soltanto nell’inizio di secondo parziale, affidandosi alle super difese di Manià (anche una rovesciata per il libero, tra i migliori dei suoi) e soprattutto ai punti di Celitans, nove acuti nella sola frazione.

Superiori dalla seconda linea e a muro, gli emiliani chiudono così 25-20 e pongono una serie ipoteca sulla partita.

Il copione si mantiene praticamente invariato nel terzo set. Umbri aggressivi in avvio, poi Modena viene fuori e conquista tre punti meritati, con i quali si porta a 36 punti in classifica ed è certa del quinto posto.

“Un obiettivo raggiunto”, esclama Angelo Lorenzetti, felice al termine della gara. Adesso i suoi ragazzi, la formazione più giovane del campionato, affronteranno Cuneo. L’unica squadra, infatti, che può raggiungere gli emiliani è Perugia, la quale tuttavia avrebbe un peggior quoziente set a parità di vittorie.

La Bre Banca è uscita sconfitta 3-1 dal palazzetto dei campioni d’Italia. Macerata ha infatti  concesso ai piemontesi soltanto il secondo parziale, chiudendo i due successivi sul 25-22. Una vittoria che permette alla Lube di essere certa del secondo posto. Con 47 punti in classifica, i marchigiani possono essere raggiunti solo da Piacenza, con i quali – a parità di successi – avrebbero comunque un migliore quoziente set.

Tutto facile per la Copra, che ha superato Latina in tre set (25-19, 25-16, 25-21) facendo scivolare l’Andreoli al nono posto. Risultato che potrebbe essere confermato anche se la squadra di Silvano Prandi battesse in casa Modena all’ultima giornata.

Latina infatti è in svantaggio di un punto rispetto a Castellana Grotte (che sarà impegnata a S. Giustino) e di due rispetto a Vibo Valentia, corsara a Perugia e che ospiterà Macerata.

Un successo dei calabresi, accanto a una sconfitta di Perugia a Cuneo, consegnerebbe addirittura il sesto posto a Vibo, a scapito degli stessi umbri.

Salgono anche le quotazioni di Castellana Grotte, vittoriosa contro Ravenna. Tre a uno, grazie a un primo set al cardiopalma (29-31) e tre parziali a favore dei padroni di casa, che adesso vogliono chiudere in bellezza contro l’Altotevere.

Problemi che non ha certo Trento. Superata Verona fanalino di coda per tre a zero (25-15, 25-17, 25-20), l’Itas è certa del primo posto che gli consentirà di affrontare la vincente tra l’ottava e la nona.

Già, perché la nuova formula dei playoff prevede che le prime sei abbiano accesso diretto alla post season, mentre settima e decima, ottava e nona lotteranno per gli ultimi due posti disponibili. Come se non bastasse, nella formula tourbillon le prime quattro classificate avranno vinto di diritto gara-1, “disputata” in casa. Così, Trento, Macerata, Piacenza e Cuneo sono certi non solo di partire dai quarti, ma di essere in vantaggio di una partita in serie che si giocano al meglio delle cinque.

Il prossimo weekend si chiude la stagione regolare con le ultime sei gare. Le top ten del campionato rinnoveranno poi i loro duelli sotto rete sulla strada che porta al titolo.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 1bennett4 ha detto:

    Mi sa che trento giocherà contro la vincente tra l’8° e la 9°,non la 7° e la 10°

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: