Cineforum e teatro? Senza barriere!

L’abbattimento delle barriere culturali in Italia

di Giorgia Braico

fonte immagine:movieplayer.it

fonte immagine:movieplayer.it

A Roma il Teatro Vascello , ha lanciato, quest’anno, una rassegna di cineforum e teatro sottotitolato per non udenti e audiodescritto per non vedenti, in collaborazione con le associazioni CortoItaliaCinema e Raggio Verde.

La tecnologia ci permette ormai di abbattere le barriere che impediscono alle persone sorde e cieche di fruire delle attività culturali e ricreative insieme alle persone normodotate.” Con questo assunto, gli organizzatori hanno deciso di proporre uno spettacolo e tre, tra i più belli e pluripremiati, film usciti nelle ultime stagioni cinematografiche.

Con l’ausilio di sottotitoli e cuffie con commento audio, finalmente, anche gli utenti disabili possono fruire di questi spettacoli, insieme alle persone normodotate. A prestare la propria voce per questo progetto sono stati sia alcuni allievi delle accademie di recitazione di Roma e Milano, sia speakers, doppiatori professionisti, e voci note.

Il programma, partito ad ottobre con il film d’animazione di Myiazaki Porco rosso e con lo spettacolo Marilyn Monroe Fragments, è proseguito il 25 novembre con il film Cesare deve morire (in replica giovedì 12 dicembre per le scuole) che ha visto la gentile partecipazione dei fratelli Taviani e Nanni Moretti, e terminerà con Magnifica presenza di Özpetek il 9 dicembre, con un’introduzione al film da parte dell’attore protagonista Elio Germano.

Molti nomi importanti della scena culturale attuale hanno voluto dare il proprio contributo ad un’iniziativa che nel resto d’Europa è ormai consolidata, e che finalmente sta prendendo piede anche nel nostro Paese.

Da alcuni anni, infatti, in Italia sono partite iniziative per superare le barriere culturali. Solo sul territorio piemontese, ad esempio, sono attive numerosissime associazioni, compagnie e laboratori che coinvolgono persone con handicap, o nate con sindrome di Down, o con deficit cognitivi (Nel sito del Comune di Torino alcuni esempi e notizie relative a questi progetti)

I Musei Vaticani, invece, hanno lanciato nel 2010 il progetto Nuove ‘visioni per visitatori sordi e ciechi: un percorso di due ore completamente gratuito in cui le persone non vedenti o ipovedenti potevano “vedere” due opere selezionate, attraverso un percorso tattile sulla riproduzione dell’opera (un approccio, in realtà, già in uso nei Musei dagli anni ’90, applicato alle visite tattili sulle sculture), e visite ad hoc per persone sorde guidate da accompagnatori anch’essi non udenti.

Il gruppo di lavoro “Godimento beni culturali e disabilità” nel 2008 ha somministrato ai 483 musei dell’Emilia Romagna un breve questionario di quattro domande sul tema della qualità dell’offerta museale per persone disabili.

Nel 2009 presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, è stato presentato il progetto Le vie dell’arte attraverso le emozioni a cura dell’Istituto Leonarda Vaccari e approvato dal Ministero dei Beni Culturali nell’ambito di un piano sulla fruizione di musei, biblioteche e archivi da parte delle persone con disabilità. Anche in questo caso, il fulcro dell’attività, è la “conoscenza” e l’approccio alle opere d’arte attraverso un percorso multisensoriale .

Diverse e numerose sono anche le associazioni vere e proprie, come CulturAbile, nata nel 2010 in favore “dell’accessibilità culturale per i disabili sensoriali”.  Lo staff dell’associazione, con sede a Viterbo, è composto da speaker, sottotitolatori, scenografi, traduttori, da persone che hanno seguito corsi di psicologia, e anche di pubbliche relazioni.

CulturAbile ha finora partecipato attivamente a fiere, giornate dell’arte, curato portali web, convegni e spettacoli, occupandosi di sottotitolare, audiodescrivere, o semplicemente fornire dati.

Un impegno concreto, che si inserisce in uno scenario che sembra vedere segni di cambiamento, a favore dell’abbattimento di ogni tipo di barriera culturale, favorendo finalmente la formazione di un pubblico eterogeneo per gli eventi culturali ed artistici, e migliorando la qualità della vita di molte persone.

Cineforum e Teatro senza barriere

presso il Teatro Vascello

Via Giacinto Carini, 78

Programma:

http://www.teatrovascello.it/2012_13/cartellone_2012_2013.htm#barriere

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 3 Dicembre 2012

    […] A Roma il Teatro Vascello , ha lanciato, quest'anno, una rassegna di cineforum e teatro sottotitolato per non udenti e audiodescritto per non vedenti, in collaborazione con le associazioni CortoItaliaCinema e Raggio Verde.  […]

  2. 22 Luglio 2013

    […] Ghigliottina aveva già affrontato l’argomento del superamento delle barriere culturali in Italia nel numero del 3 dicembre 2012. […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: