F1: Vettel è campione del mondo

  • Sebastian-Vettel-2012

Il tedesco si aggiudica il terzo titolo consecutivo grazie al 6° posto conquistato in Brasile. Inutile la rincorsa di Alonso che chiude secondo dietro a Button

 di Andrea Mastrofrancesco

Sebastian Vettel è, per la terza volta consecutiva, il campione del mondo di Formula1. Troppo forte il giovane talento, troppo resistente la sua Red Bull.

IN PARTENZA infatti, gli uomini della scuderia austriaca hanno vissuto attimi di panico quando alla curva quattro Bruno Senna ha provato a tenere la corda della curva ma non c’era spazio per lui e per Vettel insieme. Il campione in carica è finito in testa coda, con dei lievi danni alla sua auto. Ventiduesimo alla fine del primo giro, si arma di buona volontà e, in men che non si dica, eccolo di nuovo tra i migliori.

Al primo leggero acquazzone, a fuggire via sono la McLaren di Button e la Force India di Hulkenberg, entrambi rimasti con le gomme da asciutto. La fuga dei due però, è resa vana dalla serie di incidenti alle loro spalle che lasciano numerosi e pericolosi detriti sulla pista. Safety car in pista e tutto da rifare. Quando rientra la Safety ad andarsene sono in tre: Button, Hamilton e Hulkenberg. Il tedesco però, spinto da una foga che raramente gli si è vista in questa stagione, finisce lungo alla staccata prima della “Esse di Senna” e colpisce Hamilton mettendolo fuori dai giochi. Drive through per il pilota della Force India e triste addio per l’inglese, alla scuderia che lo ha scoperto pilota e campione.

Dietro Button in testa arrivano anche le Ferrari di Alonso e Massa e, per pochi giri, all’inizio del secondo scroscio importante, l’asturiano è virtualmente campione del mondo. L’illusione però dura poco, perché nelle retrovie Vettel annienta Kobayashi e Schumacher e va a prendersi la sesta posizione, quella della tranquillità.

VETTEL – Il più giovane tre volte campione della storia della Formula1 ha commentato così il suo titolo: “E’ stata una gara incredibile, hanno provato di tutto per renderci difficile questa giornata. Non è stato un momento facile da gestire quando sono finito in testacoda alla curva 4, ma siamo stati fortunati perchè nella toccata nessuno mi ha provocato dei danni eccessivi”. E ha proseguito ancora : “Probabilmente è stata la gara più dura della mia vita, ma sono riuscito a mantenere la calma e a credere in me stesso”.

ALONSO – L’asturiano commenta con rammarico il campionato appena concluso: “Sono molto orgoglioso della mia squadra e di questa stagione. Abbiamo perso il campionato, ma non qui in Brasile. Il Mondiale lo abbiamo perso in altre gare, abbiamo avuto un po’ di sfortuna, ma questo è lo sport e quando si fa qualcosa con il cuore dando il 100% bisogna essere orgogliosi”.

MONTEZEMOLO – Anche il patron della Rossa, nonostante il dispiacere del mancato titolo ha speso parole di elogio per la stagione appena conclusa: “Sono orgoglioso della mia squadra. Abbiamo lottato fino alla fine, portando entrambi i piloti sul podio nell’ultima gara della stagione. Quando non si vince un titolo per un soffio è naturale che ci sia un po’ di rammarico. Voglio fare i complimenti a Fernando per quello che ha fatto quest’anno è stato autore di una stagione semplicemente fantastica. Felipe è stato protagonista di una seconda parte di campionato molto buona e ha dimostrato ancora una volta quanto sia un vero uomo squadra. Voglio ringraziare Stefano Domenicali e tutti i suoi collaboratori per il lavoro che hanno fatto giorno per giorno, per aver avuto una vettura perfetta sotto il piano dell’affidabilità e per quello che è stato fatto in pista in termini di strategia e di lavoro ai box. Adesso dobbiamo subito concentrarci sulla prossima stagione, perché dobbiamo partire sin dall’inizio con una monoposto competitiva ai massimi livelli”.

Finisce così una delle stagioni più entusiasmanti degli ultimi anni, la più lunga (ben venti prove), e una delle più equilibrate.

L’appuntamento con la prossima stagione è per il 17 marzo 2003 sul circuito australiano di Melbourne.

CLASSIFICA MONDIALE PILOTI: 1. Sebastian Vettel 281 punti; 2. Fernando Alonso 278; 3. Kimi Raikkonen 207; 4. Lewis Hamilton 190; 5. Jenson Button 188; 6. Mark Webber 179; 7. Felipe Massa 122; 8. Romain Grosjean 96; 9. Nico Rosberg 93; 10. Sergio Perez 66; 11. Nico Hulkenberg 63; 12. Kamui Kobayashi 60; 13. Michael Schumacher 49; 14. Paul Di Resta 46; 15. Pastor Maldonado 45; 16. Bruno Senna 31; 17. Jean-Eric Vergne 16; 18. Daniel Ricciardo 10.

CLASSIFICA MONDIALE COSTRUTTORI: 1. Red Bull 460 punti; 2. Ferrari 400; 3. McLaren Mercedes 378; 4. Lotus 303; 5. Mercedes 142; 6. Sauber 126; 7. Force India 109; 8. Williams 76; 9. Toro Rosso 26.

(fonte immagine: newship.com)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: