Pronti? A Civitanova Marche arriva la Rocksophia!

Dal 29 al 31 luglio 2022 Civitanova Marche ospita tre giornate dedicate alla filosofia della musica. L’edizione di quest’anno incentrata su Raffaella Carrà, Lucio Dalla e Vasco Rossi.

Tutto pronto a Civitanova Marche per l’edizione 2022 di Rocksophia, festival promosso dall’Associazione Popsophia che per tre giorni, 29-30-31 luglio, diventerà una delle capitali culturali d’Italia per far incontrare musica e riflessione critica. Protagonisti di quest’anno tre miti assoluti della musica italiana e internazionale come Raffaella Carrà, Lucio Dalla e Vasco Rossi, attorno ai quali si muoverà il programma della manifestazione.

Tra gli ospiti di Rocksophia la filosofa Ilaria Gaspari, filosofo ed esperto musicale Alessandro Alfieri, i giornalisti Leo Turrini e Paolo Armelli, Claudia Bonadonna, autrice di Rai5 e giornalista musicale, Massimo Donà, filosofo e musicista.

Gli eventi inizieranno oggi 28 luglio con l’inaugurazione di MEGA, la Meta Gallery di Popsophia, primo spazio espositivo digitale e modulare e grande novità dell’edizione di quest’anno con una mostra virtuale dedicata al tema “Un autre regard”, l’altro sguardo con cui la pop filosofia interpreta il mondo contemporaneo. I visitatori potranno vivere un’esperienza immersiva grazie alla realtà aumentata.

Ecco come presenta il festival Lucrezia Ercoli, Direttrice Artistica di Popsophia, a Ghigliottina: Il silenzio di John Cage è musica o filosofia? Perché l’opinione pubblica si è divisa sul Nobel per la letteratura a Bob Dylan? Cosa c’entra Jim Morrison con lo spirito dionisiaco? Da tutto questo nasce Rocksophia, un viaggio fino alle radici culturali della musica che abbiamo ascoltato in musicassetta e poi nei cd, che ora viaggia su Spotify, ma che ha saputo raccontare la società molto più da vicino di quanto non abbia fatto la cronaca o la storia. Per questo fra le icone musicali che il festival vuole raccontare quest’anno non poteva mancare Vasco Rossi, idolo delle folle tornato a compiere quel rito collettivo e orgiastico, il concerto nei palasport, che rappresenta molto più del semplice fare musica, ma riunisce un popolo che si riconosce in quei valori. E poi ad un anno di distanza dall’addio a Raffaella Carrà vogliamo ricordare la diva immortale del “Tuca tuca”, fenomeno culturale prima che televisivo. Infine, nel decennale della morte di Lucio Dalla non poteva mancare, al Varco sul mare, un tributo all’autore di “Caruso”. Qui, dove il mare luccica.

Programma completo

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito, senza prenotazione, fino ad esaurimento posti

Articolo a cura di Graziano Rossi

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: