Europei Under 21, nei quarti l’Italia sfiderà il Portogallo

Con il netto successo per 4-0 sulla Slovenia gli Azzurrini coronano un percorso tortuoso staccando il pass per le Final Eight.

Missione compiuta. L’Italia Under 21 è tra le prime otto squadre d’Europa grazie alla decisiva vittoria per 4-0 contro la Slovenia (padrona di casa di questi Europei insieme all’Ungheria) e si qualifica come seconda nel girone dietro alla Spagna per la fase finale che si svolgerà dal 31 maggio al 6 giugno. La squadra del c.t Paolo Nicolato a Lubiana affronterà il Portogallo, vincitore del gruppo D, proprio il 31 maggio.

IL MATCH

La partita contro gli sloveni, dopo i pareggi 1-1 contro la Repubblica Ceca e 0-0 contro la Spagna, è un vero è proprio assolo per gli Azzurrini. L’Italia scende in campo concentrata ed è cinica: dopo i primi 25 minuti si ritrova già sul 3-0 grazie alle reti di Giulio Maggiore, abile a trasformare in goal un tentativo del suo compagno allo Spezia Tommaso Pobega ribattuto dal portiere e dalla difesa degli sloveni, Giacomo Raspadori ben imbeccato sul filo del fuorigioco da un preciso lancio di Luca Ranieri e dal rigore trasformato dal capitano e protagonista assoluto del match Patrick Cutrone. L’ex attaccante di Milan e Fiorentina, ora in forza al Valencia, infatti fallisce prima dell’intervallo il rigore del possibile poker ma nella ripresa si fa perdonare con un destro potente sotto l’incrocio dei pali che chiude definitivamente i giochi e la qualificazione dopo qualche rischio rimediato dalla difesa guidata dal portiere di proprietà Atalanta Marco Carnesecchi.

Unico neo del match l’ennesima espulsione, questa volta ai danni di Claudio Marchizza, e il cartellino giallo a Gianluca Frabotta, che fa scattare la squalifica per il difensore della Juventus per il quarto di finale. Con questo provvedimento sono infatti cinque i cartellini rossi in tre partite; il bottino dei ragazzi di Paolo Nicolato rende più duro e tortuoso un cammino che ha messo in mostra tutto il carattere e la compattezza di un gruppo che va oltre le assenze e raccoglie grandi risultati. Un ennesimo grande orgoglio per una nazionale giovanile che alza sempre più il livello e ha fatto anche a meno di talenti come Manuel Locatelli, Alessandro Bastoni e Moise Kean, aggregati in nazionale maggiore.

 

Daniele Di Stefano

Immagine di copertina via twitter.com/Vivo_Azzurro

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: