Virtus Roma, la marcia prosegue: Trapani domata 83-75

E sono sei! Ancora una vittoria per la Virtus Roma, che supera un’ostica Trapani e consolida il primato in classifica

Henry Sims (©Marta Bandino | Ghigliottina)

La marcia della Virtus Roma prosegue e miete un’altra vittima: anche Trapani deve arrendersi al cospetto della squadra di coach Bucchi, che vince 83-75 e centra il sesto successo di fila. Privi di Saccaggi, i capitolini tengono a bada i granata e si scuotono con Moore quando i siciliani provano a prendere in mano le operazioni della gara nel terzo quarto. Nel momento di chiudere il conto a salire in cattedra è Sims, quest’oggi comunque “sottotono” in attacco.

Testa della classifica mantenuta ed ora concentrazione alla prossima gara, quando si andrà a far visita a Tortona, tra le squadre più quotate alla vigilia del campionato ma in cerca di una nuova identità dopo un inizio complicato.

LA PARTITA – Inizio di gara con Trapani che prova a sorprendere i padroni di casa, che con Santiangeli e Sandri reagiscono all’istante (8-4). Alibegovic allunga fino al 15-6, prima che con Clarke ed Ayers i granata tornino a stretto contatto nel punteggio (17-15), ai quali risponde Moore per il 19-15 del 10’.

La tripla di Marulli in apertura di secondo quarto (19-18) illude Trapani, in una frazione che scorre lenta e si sviluppa spesso a cronometro fermo. Roma assume il controllo delle operazioni e sfruttando gli errori dei siciliani si costruisce un vantaggio (31-20) che oscilla continuamente a cavallo della doppia cifra di distacco.

Sono Moore e Pullazi ad animare gli ultimi minuti del quarto per le rispettive compagini, prima che con Ayers i granata riducano a sei lunghezze il distacco tra le due squadre al 20’ (39-33).

Ritmi opposti nel terzo quarto, che si apre a suon di canestri: ad approfittarne è Trapani, che in principio coglie il pari (43-43) con Renzi e le triple di Pullazi e Miaschi, per poi andare in vantaggio grazie ai tiri liberi di Clarke (43-47).

Un Sims poco efficace porta Roma ad abusare malamente del tiro dalla distanza, prima che sia Moore a scuotersi firmando in solitaria un parziale di 7-0 che vale il contro sorpasso (57-54). Gli ennesimi liberi di Clarke chiudono il terzo quarto con Trapani a ridosso dei capitolini, avanti 60-59.

Tripla ed assist per quella di Sandri: il rientro in campo di Baldasso sembra essere la mossa vincente per la Virtus (66-59), con Trapani che si aggrappa a capitan Renzi per non perdere contatto (66-65).

Ma l’allungo decisivo è opera di Sims, che in pochi attimi infila tre canestri che valgono a costruire un robusto +10 (81-71). L’ultimo minuto di gioco serve solo a rendere meno netta la sconfitta di Trapani, con Roma che vince 83-75.

IL COMMENTO – Ancora una vittoria per la Virtus Roma, che dopo il brusco ko di Bergamo della seconda giornata infila sei successi consecutivi e mantiene la testa della classifica proprio davanti gli orobici (in attesa dell’esito del match di Agrigento in quel di Latina). Capitolini che quest’oggi non brillano in termini di gioco offensivo, dando a metà gara l’impressione di poter riuscire ad ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo.

Ma la veemente reazione granata ad inizio secondo tempo obbliga Roma a compattarsi ed a trovare alternative ad un Sims che soffre un Renzi “vintage”. Sarà Moore ad indicare la via ai suoi, dando ancora una volte conferme di quelle che sono le abilità per cui è stato scelto in questa stagione cruciale per la Virtus.

Una Roma, quindi, non alla migliore partita della stagione e che spreca tanto a cronometro fermo, ma che a livello difensivo riesce comunque a tessere una tela vincente, grazie all’energico apporto di Sims ed ai tanti errori dal perimetro dei siciliani, che hanno assaporato l’odore di un possibile successo fino a quando l’ex Cremona non abbia avuto la meglio su uno stanco Renzi ed un distratto Pullazi.

Ma il successo più grande di oggi è probabilmente quello sugli spalti, con circa 3.000 presenze al Palazzo che confermano il successo dell’iniziativa EarlyBird. Un primo anello quasi al completo ed un piccolo passo avanti per la squadra, che domenica dopo domenica aggiunge un tassello al suo percorso. Prossimo weekend ostica trasferta sul campo di Tortona.

VIRTUS ROMA-TRAPANI 83-75 (19-15; 39-33; 60-59)
ROMA
: Spizzichino ne, Alibegovic 11, Lucarelli, Chessa 2, Moore 26, Sandri 11, Baldasso 5, Landi 10, Sims 15, Matic ne, Santiangeli 3 All: Bucchi
TRAPANI: Renzi 14, Artioli, Miaschi 7, Czumbel, Clarke 15, Mollura 2, Marulli 3, Nwohuocha, Ayers 20, Pullazi 14 All: Parente

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: