Virtus Roma, il cuore oltre l’ostacolo: sbancata Latina 82-84

Due prodezze di Baldasso consegnano alla Virtus Roma un sofferto successo in una gara colma di avversità, tra cui l’infortunio (da valutare) di Moore
virtus roma

©Marta Bandino | Ghigliottina

Vittoria al cardiopalma per la Virtus Roma, che nella 5ª giornata di Serie A2 Ovest sbanca Latina per 82-84 e si mantiene in testa alla classifica insieme a Casale e Capo D’Orlando (in attesa di Bergamo-Agrigento). Dopo un brillante inizio i capitolini soffrono l’infortunio di Moore e vedono i pontini tentare di scappar via. La squadra di Piero Bucchi è brava a recuperare terreno con Sims e Sandri e nel concitato finale è Baldasso a far saltare il banco con due canestri decisivi.

Un successo di squadra che dà tanto morale, con una pattuglia tricolore che fa progressi e la caviglia di Moore da sottoporre ad accertamenti. Domenica prossima big match contro la già citata Casale.

LA PARTITA – Inizio di gara frenetico, con entrambe le squadre che si allungano sul parquet e macinano punti. Moore ed Alibegovic da una parte, Carlson e Tavernelli dall’altra e presto si arriva già alla doppia cifra (10-10).

Sims va in affanno ma Roma prende il comando del match sciorinando triple, con Alibegovic e Sandri sugli scudi (15-25). La bomba sulla sirena di Fabi permette a Latina di accorciare sul 18-25 del 10’.

Il finale del primo quarto lascia però alla Virtus una pesante eredità, ovvero l’infortunio alla caviglia sinistra di Moore, che sarà fuori della contesa per il resto del match. I pontini approfittano di una Roma disorientata e piazzano un terribile parziale di 19-4 che vale il 37-29.

È Sims a prendersi la Virtus sulle spalle, ricucendo fino al -2 (40-38). Di Bonaventura e Carlson rispondono per i padroni di casa, che chiudono in vantaggio il primo tempo per 47-43.

Si segna poco ma si sgomita a iosa nel terzo quarto, con le squadre in perenne contatto nel punteggio. La Virtus trova il vantaggio con Sandri ma Latina non arretra di un millimetro (53-51). I pontini esauriscono il bonus falli ma trovano con Lawrence linfa vitale, chiudendo il terzo quarto avanti per 64-60.

Ultima frazione di gioco in cui si procede punto a punto, in un crescendo di vivace agonismo. Sims fa la voce grossa ma Fabi spara la tripla del contro sorpasso pontino (73-71).

Il momento di svolta sembra essere l’uscita di Sims per falli, a causa di uno sfondo (che sa di compensazione per un precedente fallo molto dubbio fischiato contro Latina) più seguente tecnico. Latina vola sul +4 (80-76), con Sandri che però non cede il passo ai padroni di casa (80-79).

Ma sarà Baldasso l’uomo della Provvidenza, prima con la tripla dell’80-82 e poi con la penetrazione vincente dell’82-84. L’ultimo di sperato assalto di Latina viene negato da Alibegovic, con la Virtus che sbanca il PalaBianchini.

virtus roma

©Marta Bandino | Ghigliottina

IL COMMENTO – Una vittoria che vale oro per la Virtus Roma, la quale più forte delle avversità vince un match al cardiopalma violando (finalmente) il parquet pontino dopo tre ko in altrettante apparizioni. I capitolini partono a spron battuto ma l’infortunio alla caviglia di Moore complica terribilmente le cose, con Baldasso e Chessa chiamati a fare gli straordinari.

Ed è proprio il classe ’98 a rivelarsi eroe di giornata, prendendosi tutte le responsabilità del caso nel concitato finale e firmando i due canestri poi decisivi per la vittoria. Parte conclusiva di gara in cui Roma ha dovuto fare a meno anche di Sims, out per falli ed ancora fondamentale con lo scorrere del match nonostante un raddoppio fisso e sistematico sotto canestro da parte dei difensori di Latina.

Ma è una vittoria di squadra quella odierna, con Roma che supera le difficoltà e si porta a casa due punti preziosi. Se Santiangeli ha dato vita ad una prova meno brillante del solito, Sandri si è reso protagonista di una prova rocciosa a tutto campo, senza poter omettere l’apporto di un Alibegovic in lampante progresso.

In attesa di sapere entità e tempi di recupero per Moore, domenica prossima altra prova da prime della classe per Roma: al PalaEur arriva la quotata Junior Casale.

LATINA-VIRTUS ROMA 82-84 (18-25; 47-43; 64-60)
LATINA: Lawrence 14, Carlson 16, Hajrovic, Tavernelli 7, Cassese 4, Fabi 19, Baldassarre 8, Allodi 6, Jovovic ne, Ambrosin ne, Di Prospero ne, Di Bonaventura 8. All.: Gramenzi.
VIRTUS ROMA: Spizzichino ne, Alibegovic 13, Lucarelli, Chessa 3, Moore 5, Sandri 19, Baldasso 11, Saccaggi 3, Landi ne, Sims 26, Matic, Santiangeli 4. All.: Bucchi.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: