Mistaken For Strangers: il documentario impossibile sui National

In occasione del passaggio della band di Brooklyn in Italia verrà presentato in un unico evento speciale il documentario girato da Tom Berninger, fratello del leader Matt, all’interno del Siren Festival a Vasto il 24 luglio alla presenza del regista

di Giulia Marras

– Matt, I think that everybody thinks I’m here just because I’m your brother
Tom, the only reason you are here is because you’ re my brother
fonte immagine: facebook.com

fonte immagine: facebook.com

Nell’estate del 2010 Tom viene chiamato per fare parte del road crew, o roadie, di una della band indie-rock più apprezzate da pubblico e critica del momento; Tom di cognome fa Berninger, come Matt, il leader della band. La band è The National e Tom e Matt sono fratelli.

Sono questi i presupposti di Mistaken For Strangers, documentario anomalo girato da un regista altrettanto anomalo su una rock band che di anomalo ha forse la riservatezza, l’estrema eleganza e l’indubbio talento. Ad oggi con sei LP all’attivo, i National hanno conquistato i cuori e i palchi indie di mezzo mondo grazie a una malinconia sfrenata, liriche e sonorità dark e struggenti; una sorta di Nick Cave & The Bad Seeds versione losers, completi di leader, cantante ed autore di tutti testi, dalla voce baritonale, dall’aspetto tormentato ed enigmatico e con un bicchiere di vino perennemente in mano.

Tom è 9 anni più piccolo di Matt e non ha di certo lo stesso carisma e fascino del fratello maggiore, ma non si può dire che non sia dotato di estro creativo; regista di “action-horror movies”, metallaro impacciato e genio distratto, Tom viene ingaggiato per la tournée estiva del gruppo, dopo l’exploit di High Violet, il quinto disco della consacrazione defintiva dei National (predecessore dell’ultimo Trouble will find me). Approfittando dell’occasione di riunione con il fratello, Tom porta con sé una videocamera nel tentativo di rilanciare la sua carriera da filmaker e di riconciliarsi con il mondo lontano di Matt, mondo fatto di fama improvvisa e fan in delirio, ricchezza e capricci da star, lussuose camere d’albergo e platee di personaggi famosi, ma anche crisi e ansie da prestazione, scomodi tour bus, sbronze e litigi.

fonte immagine: facebook.com

fonte immagine: facebook.com

Ma Mistaken For Strangers, titolo omonimo di una canzone tratta dal quarto album Boxer, va ben oltre il racconto di un tour: scardinando ogni dinamica classica del documentario musicale, nel suo darsi mostra tutte le imperfezioni anche del suo farsi, oltre che del suo autore e dei protagonisti; quelle imperfezioni che, andando ancora a scavare, compongono l’immaginario della discografia dei National. Senza nessun piano o organizzazione (almeno apparente), il documentario segue la personalità disordinatamente e confusionariamente creativa del suo ideatore, di cui vediamo, senza mediazioni, le strigliate dai manager, le interviste improbabili e fuori luogo ai membri della band, nonché le inadeguatezze di approccio a una realtà fisicamente impegnativa ma anche rarefatta, come quella dei live, e soprattutto le difficoltà di confronto con un fratello finora lontano, ormai figura imponente, quasi mitica agli occhi di Tom.

In fin dei conti Mistaken For Strangers non è altro che questo: la storia di due fratelli che cercano di riavvicinarsi e venirsi incontro l’uno nel lavoro dell’altro, nella contrapposizione generale tra rockstar (Matt) e geeks (Tom) – (e non a caso risuona il verso di Vanderlyle Crybaby Geeks: “I’ll explain everything to the geeks”). Ma è anche la messa in scena delle fragilità dei geeks, dei fratelli minori, dei losers cantati dai National, ma non solo; anche quelle degli stessi fratelli maggiori, dei caratteri di successo. Tom è un personaggio quasi herzoghiano (attenzione ai cameo), così come lo è l’atto stesso di creazione del documentario mostrato passo passo nel suo costruirsi, durante il quale emergono chiare le paure e le debolezze di chi cerca di mettere in fila se stessi e un Terrible Love fraterno attraverso lo sguardo buffo e impertinente di un fratello minore.

The National – tour in Italia
– Ferrara Sotto le Stelle, 22/07
– Roma, Auditorium Parco della Musica, 23/07
– Vasto (CH), 25/07
– Gardone Riviera (BS), 29/07

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 29 Luglio 2014

    […] al documentario sulla band girato dal fratello di Matt, Tom Berninger (ve ne abbiamo parlato la scorsa settimana), presente a Roma per l’anteprima del […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: