Venezia71: “Birdman” di Iñárritu aprirà la Mostra del Cinema 2014

Cominciano finalmente a trapelare le prime informazioni ufficiali sul Festival del Cinema di Venezia numero 71: con Iñárritu confermato ad aprire le danze, restano grandi interrogativi sui film in Concorso. Ferrara? Moretti? Malick? Herzog? In attesa della conferenza stampa di presentazione del 24 luglio

di Giulia Marras
su Twitter @giulzama

ven71Stamattina, un po’ in ritardo rispetto alla consuetudine veneziana, è stato annunciato il film d’apertura della settantunesima Mostra del Cinema del Lido di Alberto Barbera (27 agosto – 6 settembre 2014). Senza troppe sorprese, si conferma il nome di  Alejandro González Iñárritu con il suo quinto lungometraggio, Birdman, con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan, Emma Stone e Naomi Watts.

Iñárritu non è nuovo in Laguna: il suo secondo lungometraggio 21 Grammi, dopo Amores Perros, ha partecipato alla sessantesima Mostra, dove Sean Penn vinse la Coppa Volpi come miglior attore, mentre nel 2007 il regista messicano è stato membro della Giuria ufficiale.

Birdman (o Le imprevedibili virtù dell’ignoranza)è una black comedy che racconta la storia di un attore in declino (Michael Keaton) – famoso per aver interpretato un mitico supereroe – alle prese con le difficoltà e gli imprevisti della messa in scena di uno spettacolo a Broadway che dovrebbe rilanciarne il successo. Nei giorni che precedono la sera della prima, deve fare i conti con un ego irriducibile e gli sforzi per salvare la sua famiglia, la carriera e se stesso.

Tra i credits spicca inoltre Emmanuel Lubezki, già direttore della fotografia per Terrence Malick e Alfonso Cuaron, con cui ha lavorato anche per Gravity, film d’apertura dello scorso anno.

Le altre poche informazioni ufficiali trapelate da Venezia sono quelle relative ai nomi dei Presidenti delle Giurie principali del Concorso. Per la prima volta nella storia del Festival, a presiedere il Concorso Internazionale sarà un compositore di musiche per film, Alexandre Desplat, nominato per 6 premi Oscar con The Queen, Il curioso caso di Benjamin Button, Fantastic Mr. Fox, Il discorso del re, Argo e Philomena, e assiduo collaboratore di Wes Anderson, Roman Polanski, Jacques Audiard e George Clooney.

Alla sezione Orizzonti è stata nominata Presidente la regista di Hong Kong Ann Hui (di cui l’ultimo film The Golden Era sarà film di chiusura della Mostra), mentre nella sezione Opera Prima presiederà Alice Rohracher, fresca vincitrice del Grand Prix a Cannes con il suo Le Meraviglie, di cui abbiamo parlato su Ghigliottina qualche settimana fa..

Confermato anche il film d’apertura della sezione Giornate degli Autori con l’ormai immancabile Kim Ki-Duk e il suo nuovo One on One.

E qui si fermano le anticipazioni sul Festival, e parlare rimane soltanto l’immagine del nuovo manifesto, disegnato per il terzo anno consecutivo da Simone Massi, questa volta ispiratosi al celeberrimo I 400 colpi di François Truffaut e al suo protagonista Antonie (Jean-Pierre Léaud); “Sullo sfondo, il mare che non aveva mai veduto e che ha appena raggiunto di corsa”.

Ci restano, per ora, soltanto i rumors e le indiscrezioni, le quali, complice il silenzio prolungato di Barbera, non smettono di accumularsi: mentre sembrano certe le presenze di Mario Martone con il suo Giovane Favoloso con Elio Germano su Giacomo Leopardi e di Ermanno Olmi con Torneranno i prati, rimangono nell’ombra Nanni Moretti e i fratelli Taviani, film che dovrebbero essere già pronti.

È abbastanza sicura anche la partecipazione dell’ormai quasi italiano Abel Ferrara e l’attesissimo film sull’ultima giornata di Pier Paolo Pasolini, interpretato da Willem Dafoe. Sul fronte internazionale, ancora non si hanno punti fermi: sembravano quasi certi Paul Thomas Anderson con e il suo Inherent Vice con Joaquim Phoenix, Tim Burton con il nuovo Big Eyes, A Pigeon Sat On A Branch Reflecting On Existence di Roy Andersson.

Sembrano via via sfumare invece le grandi possibilità di avere Terrence Malick e Werner Herzog. Comunque, per evitare troppe delusioni e per aspettarci magari belle sorprese è necessario aspettare la conferenza stampa di presentazione ufficiale del Festival il prossimo 24 luglio.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: