Tra Metafotografia e Mimesi: Nan Goldin

Scopophilia: amore per il guardare, Nan Goldin alla Gagosian Gallery di Roma

di Caterina Mirijello

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

Gioco di somiglianze o mimesi voluta. Non è del tutto chiaro se il percorso di collages Scopophilia di Nan Goldin, visitabile fino al 24 maggio 2014 presso la Gagosian Gallery di Roma, sia una rappresentazione della rappresentazione.
Opere composte da tasselli di immagini, in cui la Goldin contrappone la sinuosità delle linee classiche ritratte nei dipinti e nelle sculture del Louvre alle pose avvenenti di donne androgine. E’ un gioco di opposizioni e somiglianze, cromatismi cadenzati e pose ricorrenti – a tal punto da farne di una la rappresentazione dell’altra.

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

Una mimesi involontaria, sopravvenuta per caso, dopo aver ottenuto il permesso di fotografare le foto del Louvre nell’unico giorno di chiusura. La Goldin crea un percorso attraverso i secoli per anticipare la sua narrativa con tematiche già esplorate nel passato.
Perdizione carnale, dolore fisico e disperazione, soddisfazione ed eccitazione, lo sguardo dell’osservatore oscilla tra i colori crudi e nitidi postmoderni alla lucentezza e sinuosità di linee rinascimentali.

Un amore che nasce dall’osservazione, dal guardare, questo è il concetto che sottende l’intero percorso espositivo. Le sue opere paiono trasfigurarsi. In un gioco lungo secoli la pittura diviene fotografia, i corpi immobili esprimono il loro movimento con fattezze nuove e moderne.

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

fonte immagine: ©Gagosian Gallery

Non è un scontro tra epoche; l’artista Nan Goldin opera un ricongiugnimento tra soggetti e tematiche ancestrali. Personaggi mitologici e storici, abbracci saffici e sguardi lascivi, luci soffuse e giochi di colori, si inseriscono in una composizione in cui pittura, scultura e fotografia creano l’opera stessa.
Una “metafotografia” la cui preziosità è accresciuta da associazioni libere ma di simil stampo creativo.

Scopophilia di Nan Goldin,

dal 21 marzo al 24 maggio, Roma, Gagosian Gallery – Via Francesco Crispi 16

T. 39.06.4208.6498 F. 39.06.4201.4765

roma@gagosian.com

Orari: martedì – sabato 10:30 -19:00 e per appuntamento

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: