Marco Calafiore presenta “Ancora una”

Una serie di racconti per far addormentare i bambini, Napoli sullo sfondo, alternanza tra passato, presente e futuro immaginario

di Clarissa Coppola

fonte immagine: edizionisensoinverso.it

fonte immagine: edizionisensoinverso.it

“Ancora una” è questo e altro ancora, in uno strano mix di realtà, finzione, immaginazione e continui cambiamenti spazio-temporali che incuriosiscono il lettore.

Ideato su due piani contrapposti, è un libro all’inizio dolce ma a tratti anche duro e in grado di trasmettere valori concreti. Amicizia, amore, un papà che racconta le storie e i figli che lo ascoltano prima di andare a dormire. Ogni cosa è pensata per insegnare a crescere bene.

Marco Calafiore usa una scrittura che cattura e trasporta spiegando facilmente la complessità della vita, soprattutto nei primi racconti in cui i protagonisti sono gli animali e la natura, che vengono personificati ricorrendo a elementi di fantasia. Poi le storie cambiano e iniziano a far riflettere sul senso della vita reale tramite una serie di ricordi che riaffiorano dal passato del protagonista (voce narrante in prima persona).

Il riferimento autobiografico è dunque presente, memorie più o meno nitide che fanno prendere coscienza. “Ancora una è una lettura per tutti coloro che hanno ancora i conti in sospeso. Dalle prime favole, in cui regna l’immaginazione, si passa a storie e a temi anche molto delicati, che nulla hanno di idilliaco. E quindi una raffica di pensieri che riemergono coinvolgendo chi li legge con uno stile diretto e chiaro che segue un suo filo logico, i titoli staccati ma che danno una certa continuità.

Gli episodi narrati spiazzano ma uniscono, e ci riportano alla realtà della quotidianità napoletana. Un libro dunque delicato e forte al tempo stesso, con descrizioni che fanno immergere direttamente nelle atmosfere narrate. Verso la fine l’autore esplicita: “rendere accessibile il mal a fin di bene”, vale a dire proteggere in un certo senso i più giovani preparandoli ad affrontare la vita. Non sono le classiche favole, l’autore ne inventa infatti di nuove e stimolanti sulla base delle esperienze vissute. La raccolta non è dedicata solo a un certo tipo di pubblico, è per tutti coloro che vogliono accettare la sfida di leggerla. L’essenza del libro è infatti la speranza, il saper dare giusto valore per proteggere e proteggerci dai tempi moderni.

 Marco Calafiore vive a Napoli. Nel 2010 ha pubblicato per Grauseditore l’opera “sqpr”(escupir), biografia romanzata anticamorra. Collabora con diverse testate giornalistiche. Ama raccontare.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: