Basket: Acea Roma, missione compiuta

La Virtus batte 82-64 Montegranaro e chiude al 3° posto. Nei play-off sfida contro Reggio Emilia

di Samuele Perotti
@SamuelePerotti

L'Acea Roma ha portato a termine una bellissima regular season, raccogliendo i meritati applausi del pubblico (fonte immagine: virtusroma.it)

L’Acea Roma ha portato a termine una bellissima regular season, raccogliendo i meritati applausi del pubblico (fonte immagine: virtusroma.it)

Terzo posto doveva essere e terzo posto è stato. L’Acea batte agevolmente la Sutor 82-64, regala belle giocate al suo pubblico e difende il terzo posto in classifica. I capitolini sono apparsi in ripresa fisica e mentale. Dopo due anni la Virtus approda ai play-off, dove incontrerà Reggio Emilia. Felice coach Calvani: “L’aver chiuso con 20 vittorie credo sia un risultato estremamente importante per una squadra nuova e non partita con favori del pronostico, a oggi la stagione è stata eccellente”.

L’Acea grazie a Jones va sul 6-2. La buona vena dell’americano termina qui: come sempre è confusionario e impreciso. Con il passare dei minuti la Virtus molla in difesa, dove non riesce ad arginare Burns (12 punti nel 1°quarto) ed è costretta ad inseguire (18-20). Nel primo periodo esordisce il neo acquisto Bailey. Il play-guardia si è messo subito al servizio della squadra e si è dimostrato determinato in difesa. In attacco ancora non è ben inserito ma non ha sfigurato affatto (5 punti in 18’). Sicuramente sarà molto utile nelle rotazioni play-off.

L’avvio del secondo quarto è scadente. Le due squadre commettono molti errori e giocano punto a punto. Sul 27-29 gli uomini di Calvani si svegliano e con un parziale di 18-4 mettono la sfida in discesa. La squadra intensifica la difesa, trova soluzioni eterogenee in attacco e sfrutta un doppio tecnico fischiato ad Amoroso. Oltre alle giocate di Taylor (10 punti e 8 assist) emerge Lorant. L’ungherese accolto a Roma con molto scetticismo ha conquistato i tifosi lottando su ogni pallone e migliorando nel corso del campionato la precisione al tiro. Ieri è stato lui l’Mvp grazie 15 punti (3/3 da 3), 11 rimbalzi e 2 assist.

Al ritorno dagli spogliatoi inizia il monologo dei capitolini grazie a Lawal, Goss, Datome, Czyz e la Virtus aumenta il suo vantaggio fino al +27. Al 30’ il punteggio dice 69-46 e la partita è già finita. Il capitano dimostra a tutti di aver meritato il riconoscimento della Serie A come miglior giocatore dell’anno, lotta su ogni pallone (anche se non ce ne sarebbe bisogno) e in attacco sembra aver ritrovato una buona lucidità: 13 punti, 6 rimbalzi, 4 assist. In vista dei play-off però il sardo dovrà ritrovare la vena realizzativa dall’arco (1/4 ieri).

L’ultimo quarto è di pura accademia, i due coach danno spazio ai giovani Tambone e Gorrieri da una parte e Perini dall’altra. Mentre tutti rimangono incollati al live score della Lega Basket per scoprire i risultati delle altre partite il match termina sul 82-64. Molti temono possibili biscotti che però non arrivano e così dopo tanta attesa (il match di Milano è iniziato 5’ dopo quello di Roma) arriva l’ufficialità: l’avversaria dell’Acea è la Trenkwalder Reggio Emilia.

Dopo la sconfitta 3-0 nei quarti di finale contro Caserta nella stagione 2009-2010, la Virtus torna finalmente ai play-off. Giovedì 9 maggio il Palazzetto dello Sport ospiterà gara-1 dei quarti (al meglio dei 7 incontri). Se l’Acea metterà in campo il cuore e la determinazione dimostrata fin qui, potrà continuare a sognare, sperando che i suoi migliori giocatori mettano in mostra le loro qualità. Calvani predica prudenza: “Contro Reggio Emilia: all’andata sembrava dovessimo fare risultato in modo agevole, ma la squadra è tornata fuori nel corso della partita manifestando grande determinazione come in tutta la stagione, a Reggio abbiamo ricevuto una grande lezione di pallacanestro e di cosa serve in campo per fare risultato”.

Questi gli altri accoppiamenti play-off: Cimberio Varese-Umana Venezia, Armani Milano-Montepaschi Siena e infine Banco di Sardegna Sassari-Lenovo Cantù (in caso di passaggio in semifinale la Virtus incontrerà la vincente di questa sfida).

Acea Roma: Goss 8, Jones 7, Tambone, Tonolli ne, Gorrieri, D’Ercole 3, Datome 13, Bailey 5, Taylor 10, Lawal 11, Czyz 10, Lorant 15. All. Marco Calvani
Sutor Montegranaro: Cinciarini 10, Panzini, Perini 2, Slay 8, Freimanis, Campani 3, Di Bella 6, Mazzola 6, Johnson 11, Burns 16, Amoroso 2. All. Carlo Recalcati

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: