Lorenzo, pole e vittoria, ma è Rossi a incantare il Qatar

  • marquez rossi qatar 2013 motogp official site
    Marquez e Rossi in lotta (fonte immagine: Official Site Motogp.com)
  • podio qatar 2013 motogp official site
    Il podio del Gp Qatar 2013 (fonte immagine: Official Site Motogp.com)

Doppietta Yamaha nel primo Gran Premio della stagione. Il ‘Dottore’ sbaglia ma poi è protagonista di una grande rimonta 

di Marina Cavaliere

Marquez e Rossi in lotta (fonte immagine: Official Site Motogp.com)

Marquez e Rossi in lotta (fonte immagine: Official Site Motogp.com)

I semafori si accendono, i motori si scaldano, il pubblico trepida: dal circuito di Losail, in Qatar, è partita la nuova attesa stagione della MotoGp.

Sarà l’anno del riscatto di Rossi dopo due stagioni anonime alla Ducati? Sarà la volta di Dani Pedrosa ancora a secco di mondiali nella massima categoria? Sarà l’anno della terza riconferma in MotoGp di Lorenzo? Difficile fare previsioni quando a rincorrere i big ci sono anche tante giovani promesse come Dovizioso, Crutchlow e Marquez, gli stessi che nelle prove libere del weekend hanno dimostrato di esserci.

Non che per Andrea Dovizioso ce ne fosse bisogno: il grandioso mondiale dell’anno scorso parla per lui ma si sa, con il passaggio alla Ducati al posto dell’amico Valentino Rossi, ha gli occhi di molti puntati addosso.

Una cosa è sicura nella scontata incertezza del primo Gran Premio: il ‘Dottore’ è tornato. Solo 7° nelle qualifiche ufficiali, che peraltro da quest’anno hanno nuove regole (due sessioni di quindici minuti ciascuna), ha corso una gara stile Valentino del passato. Parte veloce e guadagna subito qualche posto ma poi un errore lo costringe a retrocedere in sesta posizione. Quando ormai la gara sembrava compromessa, il pilota della Yamaha si lancia in una rimonta furibonda tanto da arrivare a 5 giri dalla fine a sorpassare Crutchlow, 4° in quel momento, e poi Pedrosa e Marquez.

A quel punto raggiungere Lorenzo, che ha mantenuto senza problemi la prima posizione per tutta la gara, sarebbe stato impossibile considerati i suoi 7 secondi di vantaggio. E se c’è un’altra certezza in questo avvio di mondiale, quella è proprio Lorenzo. Qualifiche e gara perfetta, parte a razzo e accumula secondi su secondi agli avversari che niente possono fare contro la perfezione della sua gara solitaria.

Il podio del Gp Qatar 2013 (fonte immagine: Official Site Motogp.com)

Il podio del Gp Qatar 2013 (fonte immagine: Official Site Motogp.com)

La Yamaha può già brindare, non solo alla prima doppietta della stagione ma anche, e soprattutto, al ritrovato campione di Tavullia e a un sodalizio con il compagno di scuderia che promette scintille.

Parte in sordina invece il campionato di Dani Pedrosa, che prima si fa infilare dal nuovo compagno di squadra e connazionale Marquez e poi viene definitivamente buttato giù dal podio da Rossi. Chissà cosa avrà pensato quando sul terzo gradino è salito quello che, almeno teoricamente, dovrebbe essere il secondo pilota Honda ma che ha già dimostrato di non voler essere secondo proprio a nessuno.

A gara finita e riflettori spenti, il Qatar ci lascia un’altra e ultima certezza: quest’anno le due ruote non ci daranno tempo e modo di annoiarci. Tra due settimane secondo appuntamento, sul circuito di Austin, Stati Uniti.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 6 Maggio 2013

    […] Il dominio spagnolo è stato chiaro sin dall’inizio per la gioia dei padroni di casa, con una griglia di partenza che vedeva Lorenzo, Pedrosa e Marquez in prima fila. Valentino Rossi dal suo quinto posto alle spalle dei tre piloti di casa, pronto a infilarsi e a ripetere una gara martellante come quella del Qatar. […]

  2. 6 Maggio 2013

    […] Il dominio spagnolo è stato chiaro sin dall’inizio per la gioia dei padroni di casa, con una griglia di partenza che vedeva Lorenzo, Pedrosa e Marquez in prima fila. Valentino Rossi dal suo quinto posto alle spalle dei tre piloti di casa, pronto a infilarsi e a ripetere una gara martellante come quella del Qatar. […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: