Volley: Serie A-1, finale al cardiopalma

Definito il quadro playoff. Altalena d’emozioni, con quattro squadre racchiuse in due punti

di Gabriele Farina
Twitter: Gabri3_0

Il muro di Casa Modena su Papi (Copra Piacenza) - (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Il muro di Casa Modena su Papi (Copra Piacenza) – (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

L’ultima giornata di Serie A-1 si chiude senza risparmiare spettacolo, come già durante tutta la stagione regolare.

Con i primi cinque posti già assegnati con un turno d’anticipo, la restante metà dei team ancora in corsa ha dato spettacolo per cercare il miglior posto possibile.

Ricordiamo che il nuovo format della post-season prevede, tra l’altro, che la settima e la decima si affrontino (così come l’ottava e la nona) per decidere le ultime due che combatteranno con il titolo. La sesta, invece, comincia affrontando la terza, partendo da una gara di svantaggio. Le top four del campionato, infatti, partiranno direttamente dai quarti con un incontro “vinto” senza scendere sul parquet, con la serie al meglio delle cinque gare.

La delusa di giornata è, senza dubbio, la Tonno Callipo Vibo Valentia. I calabresi sono scesi in campo, a due punti dal sesto posto, in casa contro la Lube Macerata. Il primo set (25-18) ha forse illuso Vibo, sconfitta nei successivi tre parziali dai campioni d’Italia (19-25, 27-29, 19-25). Così l’accesso diretto ai playoff (teorico) è divenuto nono posto.

I calabresi sono stati così raggiunti da Latina e Castellana Grotte, che hanno però un migliore quoziente set. L’Andreoli ha sconfitto davanti al proprio pubblico Casa Modena. Una sconfitta indolore (in tre set) per gli emiliani, già certi del quinto posto, ma che proietta la squadra di Prandi in settima posizione.

Anche perché la BCC-NEP ha concesso un punto a San Giustino, grazie al quale Castellana avrebbe potuto ottenere il settimo posto in solitario. Sotto due a zero in Umbria, la squadra di Gulinelli ha prodotto una rimonta d’autore, sino al 15-13 dell’ultimo set.

Vittorie utili solo per il morale per Trento (0-3 a Ravenna), Piacenza (1-3 a Verona) e Cuneo. La Bre Banca ha sconfitto Perugia in tre set. Uno stop che non ha creato problemi per la Sir Safety, visti anche i risultati degli altri campi.

Vediamo insieme il quadro dei playoff, al via mercoledì 13 marzo.

OTTAVI (al meglio delle tre gare)

Andreoli Latina (7) v. Altotevere San Giustino (10) – Due vittorie in stagione (2-3 in trasferta e 3-0 interno) e pronostici a favore per i laziali, che hanno chiuso con dieci punti in più in classifica. La vincente della sfida se la vedrà con la Lube Macerata, campione d’Italia in carica e seconda in stagione regolare.

BCC-NEP Castellana Grotte (8) v. Tonno Callipo Vibo Valentia (9) – Due sono anche i successi per i pugliesi (doppio 3-0), avanti sui calabresi soltanto grazie a un migliore quoziente set. Chi avrà la meglio se la vedrà con la migliore squadra stagionale, l’Itas Diatec Trentino.

QUARTI (al meglio delle cinque)

Copra Elior Piacenza (3) v. Sir Safety Perugia (6) – Confronto tutto biancorosso tra due squadre distanti quattordici lunghezze in stagione regolare. Piacenza, come detto, comincerà la serie sull’1-0 grazie al miglior piazzamento nel torneo; per le statistiche, ha conquistato entrambe le gare con un doppio 3-1.

Bre Banca Lannutti Cuneo (4) v. Casa Modena (5) – Un successo per parte, invece, nella doppia sfida tra piemontesi ed emiliani. I giovani di Lorenzetti hanno fatto valere il fattore campo (3-0) all’andata, venendo poi sconfitti (3-1) nel ritorno a Cuneo. Sette punti tra le due formazioni in campionato nella sfida forse più equilibrata, almeno sulla carta.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: