Il M.A.D.RE rinasce con LeWitt

Scongiurata la chiusura del museo, ecco la mostra che omaggia l’artista statunitense

di Silvia Cresci

fonte immagine:daringtodo.com

fonte immagine:daringtodo.com

Si è parlato molto nei mesi scorsi dei problemi del M.A.D.RE (Museo d’Arte Contemporanea Donna REgina) di Napoli, coinvolto appieno nella crisi dei musei d’arte contemporanea che ha interessato tra gli altri anche il RISO di Palermo e il MAXXI di Roma. Si temeva, nella scorsa primavera, una possibile chiusura del museo per mancanza di finanziamenti. L’arrivo di nuovi fondi, in parte europei, ha invece permesso di cambiare rotta e l’esposizione dedicata all’artista statunitense Sol LeWitt (1928-2007), inaugurata lo scorso 14 dicembre, ne è un’importante conferma.

Sol LeWitt. L’artista e i suoi artistiè un vero e proprio omaggio a LeWitt, il quale, originario del Connecticut, visse e operò in Italia per diversi anni, lavorando ed esponendo anche a Napoli.

La mostra, curata da Adalchiara Zevi, sarà al M.A.D.RE fino all’1 aprile 2013, dopodiché, dal 19 aprile e fino al 29 luglio si sposterà a Metz. Proprio il Centre Pompidou di Metz, infatti, insieme alla LeWitt Collection di Chester (Connecticut) ha affiancato la Fondazione Donnaregina di Napoli nella realizzazione dell’evento. È questa la prima esposizione in assoluto, non solo in Italia ma anche a livello europeo, che presenta al pubblico l’intera attività dell’artista, con una selezione di opere provenienti in parte dalle collezioni dello stesso M.A.D.RE.

fonte immagine:daringtodo.com

fonte immagine:daringtodo.com

Il materiale è stato suddiviso in tre sezioni, nelle quali si ritrovano sei inediti wall drawings del ciclo “Scribbles”, realizzati mettendo in pratica per la prima volta i progetti lasciati da LeWitt, insieme a sculture, disegni e guaches. A completare l’esposizione, nell’ultima sezione, sono poi raccolte le opere di altri artisti, “i suoi artisti”, come dice il titolo, scelte tutte dalla collezione personale di LeWitt. Molteplici sono le opportunità di approfondimento, grazie anche alle proposte didattiche messe a punto dal servizio educativo del museo, che si spingono persino oltre le sale della mostra.

Il calendario delle attività, infatti, non prevede soltanto le classiche visite didattiche corredate da approfondimenti e laboratori per gli alunni delle scuole, ma contempla anche delle visite itineranti per le vie di Napoli, alla scoperta dei luoghi della città più legati a LeWitt, prima fra tutti la Stazione di Materdei.

L’inaugurazione della mostra al M.A.D.RE è stata anche l’occasione per dare il via a Napoli al “week end dell’arte”. Sono state tre giornate, quelle dal 14 al 16 dicembre, colme di eventi culturali consistenti in inaugurazioni di mostre, tra cui Wood, stone and friends di Jimmie Durham nella Sala Dorica di Palazzo Reale, e anche in aperture di nuove sezioni museali, come quella dedicata all’Ottocento nel Museo di Capodimonte. Tanti artisti sono stati inoltre protagonisti, con le loro esposizioni, in diverse gallerie della città.

Sol LeWitt. L’artista e i suoi artisti

Napoli, Museo M.A.D.RE

14 dicembre 2012 – 1 aprile 2013

Orari: 10.30 – 19.30 (lunedì – sabato); 10.00 – 23.00 (domenica)

Biglietto: 7 € (intero); 3,50 € (ridotto)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: