Il mondo osserva con preoccupazione l’attacco del bolsonarismo alla democrazia brasiliana

Tempo di lettura 5 minuti Migliaia di sostenitori di Bolsonaro hanno occupato nel pomeriggio di domenica le sedi del potere giudiziario, esecutivo e legislativo a Brasilia, portando all’estremo la contestazione di vocazione golpista contro il presidente Lula da Silva. Agenti della Polizia Militare di Brasilia, con l’appoggio delle truppe dell’Esercito, hanno sgomberato l’accampamento.