Salute mentale dei bambini: l’allarme di UNICEF

Secondo i dati del Fondo ONU per l’infanzia nel mondo più di 1 adolescente su 7 tra i 10 e i 19 anni convive con un disturbo mentale diagnosticato.

Numeri preoccupanti quelli che arrivano dall’UNICEF, che in un rapporto pubblicato questa settimana dal titolo “La Condizione dell’infanzia nel mondo – Nella mia mente: promuovere, tutelare e sostenere la salute mentale dei bambini e dei giovani” lancia un allarme che non può diventare prioritario nell’agenda di ogni Paese.

Le stime del dossier parlano di oltre 1 adolescente ogni 7, tra i 10 e i 19 anni, che convive con un disturbo mentale diagnosticato. E in questi dati va considerata la pandemia di COVID-19, che potrebbe avere, scrive il Fondo ONU per l’infanzia nel suo rapporto, effetti per anni sui più giovani.

UNICEF “parla” anche ai governi e società, che ad oggi “investono ancora troppo poco nella promozione, tutela e sostegno della salute mentale di bambini, giovani e di chi si occupa di loro. In alcuni dei Paesi più poveri del mondo, i governi spendono meno di 1 dollaro pro capite per curare i problemi di salute mentale e anche nei paesi a reddito medio-alto questa cifra si aggira intorno ai tre dollari”.

Secondo la direttrice generale UNICEF, Henrietta Fore, “con i lockdown a livello nazionale e le restrizioni di movimento legate alla pandemia, i bambini hanno trascorso anni indelebili della loro vita lontano dalla famiglia, dagli amici, dalle aule, dal gioco – elementi chiave dell’infanzia stessa”.

La ricerca in Italia

In Italia l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha recentemente lanciato una ricerca sulla salute mentale dei bambini e degli adolescenti con riferimento al periodo COVID-19, insieme a Istituto Superiore di Sanità Ministero dell’istruzione. L’iniziativa, la prima a carattere scientifico su scala nazionale e di durata triennale, ha l’obiettivo di ottenere un quadro esaustivo e rappresentativo della situazione per raccogliere informazioni per sensibilizzare genitori e popolazione e proporre strategie per la promozione della salute mentale nelle scuole.

Articolo a cura di Graziano Rossi
Immagine di copertina via unicef.it

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Preference Center

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: