Il tatuatore italiano che ha trasformato il suo cortile a Londra in un rigoglioso orto urbano

Dal Veneto a Londra il tatuatore italiano Alessandro Vitale è diventato famoso grazie a un orto urbano. Una scelta sostenibile replicabile da tutti.

Quando Alessandro Vitale si è trasferito da una piccola cittadina vicino Venezia a un appartamentino di Londra, 7 anni fa, ha scoperto che gli mancava la connessione con la natura. Questo bisogno di riavvicinarsi al mondo naturale gli ha fatto cominciare un viaggio incredibile, che lo ha portato a costruire una oasi urbana nel suo stesso cortiletto. Volevo creare la mia area in uno spazio urbano”, ha spiegato Alessandro. “Così ogni volta che ci vado, mi immergo nella natura – come se mi stessi disconnettendo dalla realtà, dal grigio di Londra. E ci sono completamente dentro”.

Oltre al suo lavoro di tatuatore, Alessandro è riuscito a creare un canale YouTube di successo e ha lanciato la sua linea di semi di peperoncino – il tutto gestendo il suo straordinario orto. Sui social media Alessandro è noto come Spicy Moustache, un soprannome datogli dalla sua compagna. Ogni volta che cercava di baciarmi, la mia fidanzata si lamentava di trovare del peperoncino sui miei baffi, così ha cominciato a chiamarmi Spicy Moustache. Ed è diventato una sorta di brand personale”, ha spiegato.

La coppia è arrivata sui giornali per la prima volta lo scorso anno, dopo che Alessandro era riuscito a coltivare abbastanza cibo per sfamarli per diversi mesi. Ha chiarito che è comunque dovuto andare al supermercato per alcune cose, ma la maggior parte di tutta la loro frutta e verdura è cresciuta nel suo cortile di Walthamstow, nel nord-est di Londra. 

Come si comincia a creare un orto urbano?

Ciò che forse è più affascinante nella storia di Alessandro è che ha cominciato da zero, ispirato da ciò che suo nonno gli aveva insegnato quando era piccolo. Ho iniziato su un balcone, non c’era molto spazio ma ho cominciato a coltivare qualcosa nei vasi”, ha dichiarato a Euronews. Cominciando con qualche seme di peperoncino, Alessandro ha capito subito che non solo aveva la passione di coltivare il suo cibo, ma ne aveva anche le capacità. Tuttavia, è difficile coltivare grandi quantità su un balcone di Londra. 

A un certo punto ho sentito il bisogno di spostarmi in una casa più grande con un cortile” ha spiegato. “Da allora sono ossessionato dall’avere uno spazio all’aperto”. Il suo sogno è che Spicy Moustache riesca, su Instagram e YouTube, a mostrare alle persone quando possa essere accessibile il giardinaggio e la coltivazione del proprio cibo. Non è necessario avere una serra elaborata o ettari di terreni – è possibile cominciare anche solo con un vasetto su un davanzale.

Traduzione di Chiara Romano via euronews.com

Immagine di copertina via twitter.com/NaturalGrower

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: