Emozione e potenza vocale: il release party di The Castaway a Roma


Il cantautore romano ha presentato al Monk, nella capitale, il suo nuovissimo “White Doves”, mostrando ancora una volta tutta la sua carica emotiva e la sua potenza vocale 
The Castaway-16

The Castaway
©Marta Bandino | Ghigliottina

Un debutto discografico che viene da lontano, passando per tanti piccoli club italiani, sia in solitaria, armato di una chitarra e della propria voce, sia in band. Non è cambiata la sostanza in questo cammino, l’artista ha solamente rafforzato la sua identità, imprimendola sempre più nel suo pubblico, che al momento della presentazione del primo vero disco non si è fatto trovare impreparato. È accorso in quel Monk di Roma, da tanto tempo una tappa fissa ed importante per la musica emergente.

The Castaway arriva a questo punto con la stessa integrità ed identità che lo hanno fatto conoscere ai più dal suo debutto nella cosiddetta scena romana e si imprime ancora più con l’arrivo di White Doves. Per descrivere e raccontare il suo percorso abbiamo intervistato il cantautore romano, che ci ha parlato dei suoi inizi e del suo disco di debutto.

Un live carico di emozioni con una costante interazione tra l’artista e il pubblico, con l’artista che ha deciso di eseguire un brano chitarra e voce dal centro della sala circondato dai suoi fan. Le parole non renderebbero giustizia, lasciamo parlare gli scatti di Marta Bandino:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: