Daily Fringe #oltreilteatro – III puntata

Il Roma Fringe Festival seguito dagli inviati di Ghigliottina.it, media partner della manifestazione romana

schakescene_romafringe_2014Shakescene: un cocktail di ingredienti drammaturgici shakespeariani. Da “gustare”al Roma Fringe Festival (di Angela Telesca)

Cosa succederebbe se il burlone folletto Puck riordinasse i manoscritti del celebre drammaturgo inglese sparsi a terra per una folata di vento? Non è difficile immaginare che disastri sarebbe in grado di combinare.

Come uno shaker, il Puck rock di Shakescene potrebbe solo divertirsi a shakerare personaggi, storie, invertire gli innamorati, creare equivoci, inganni ed infine sistemare tutto a puntino, con l’aiuto del fiore che utilizzò già in “Sogno di una notte di mezza estate” per le due coppie di innamorati.

Come per magia, la bella e virginea Ofelia, persa d’amore per Amleto, “pazzo esistenzialista” che non la ricambia come vorrebbe, riceve parole d’amore da Romeo che la credeva Giulietta, Desdemona, vittima della folle gelosia di Otello è indispettita da Petruccio che tiene in ostaggio il fazzoletto regalatole dal suo amato, Caterina, la bisbetica, s’innamora di Romeo a causa del magico fiore e disdegna “l’educazione sentimentale maschista” di Petruccio.

Si ride con Puck di questi equivoci.

Il disastro è però sistemato dal quel folletto mattacchione che interviene per fare in modo che i finali delle singole storie fossero davvero come Shakespeare le scrisse a suo tempo.

Prima di salutarci chiedendo applausi, Puck saluta il suo pubblico con delle riflessioni, a tratti marzulliane, sull’amore, sull’esistenza umana, sulla morte. Morte per folle gelosia o per troppo amore, per incapacità a vivere o per l’irrazionalità della vita.

Idea drammaturgica riuscita, un buon mix delle più celebri opere teatrali shakesperiane in soli 50 minuti, un progetto teatrale che potrebbe convincere. Al lavoro registico e attoriale, ancora un po’ acerbo, sta il compito di valorizzarlo.

Shakescene
Scuoti Scena
di Francesca Florio
Regia di Francesca Florio
Con Tiziana Bozzacco, Ramona Gargano, Emanuele Guzzardi, Alessia Paladino, Eugenio Tiberi

PALCO 9 giugno, ore 23.30
10 giugno, ore 22.00
13 giugno, ore 20.30

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: