Basket: Roma ko a Cantù, serie sul 2-1 per l’Acea

In gara-3 la Lenovo rispetta il fattore campo e supera la Virtus 81-73. Coach Calvani: “Siamo in vantaggio, recupereremo le energie mentali per la prossima battaglia”

di Graziano Rossi
@grazianorossi 

Pietro Aradori, uno dei protagonisti della vittoria di Cantù su Roma ieri sera (fonte immagine: laprovinciadicomo.it)

Pietro Aradori, uno dei protagonisti della vittoria di Cantù su Roma ieri sera (fonte immagine: laprovinciadicomo.it)

L’Acea Roma non ripete le due grandi rimonte di gara-1 e gara-2 ed esce sconfitta dal primo dei due confronti consecutivi in casa della Lenovo Cantù, seppur i lombardi anche ieri sera negli ultimi minuti hanno rischiato un recupero come nei precedenti match nella Capitale.

Il risultato finale (81-73) non fa certamente disperare la squadra di Marco Calvani, ma allo stesso tempo la sensazione è che Datome e compagni in questi due giorni che precedono gara-4 (domani sera, diretta Rai Sport 1 ore 20.10) debbano rifiatare soprattutto fisicamente.

Le rimonte di questi giorni e la corsa imposta dai giocatori di Andrea Trinchieri, ieri sera hanno fatto sì che la freschezza mentale dell’Acea sia stata altalenante, con la Lenovo avanti anche di 15 punti nell’ultimo quarto.

Calvani a fine gara è chiaro, le difficoltà maggiori si sono registrate in difesa: “Sapevamo che avremmo dovuto migliorare i particolari, invece nei primi due quarti abbiamo concesso troppo: 12 rimbalzi offensivi e 8  palle perse, che insieme vogliono dire 20 possessi in più. Nel secondo tempo dovevamo anche gestire le energie, abbiamo fatto bene con la zona, ma anche lì abbiamo concesso qualcosa a rimbalzo d’attacco”.

In attacco invece la mancanza di Lorenzo D’Ercole per l’infortunio di gara-2 e i diversi errori di Jordan Taylor (-6 di valutazione) sono stati sopperiti solo in parte dalla buona partita di Phil Goss (19 punti e tanta intensità per lui), dal solito timbro di Gigi Datome (15 punti) e dagli 8 punti e 7 rimbalzi di Gani Lawal.

Per Andrea Trinchieri le cose sono andate decisamente meglio, grazie al notevole apporto di Alex Tyus (18 punti, 10 rimbalzi) e dai 5 assist serviti da Pietro Aradori, conditi da 19 punti e 8 rimbalzi.

La Virtus ha comunque dimostrato che senza pecche anche ieri sera avrebbe potuto portare a casa il risultato e lo stesso Calvani ne è consapevole: “Ci siamo, non siamo stati dominati né asfaltati, abbiamo fiducia in noi stessi e la consapevolezza di dover mettere a posto delle piccole cose. Se vuoi arrivare al successo devi essere al massimo dell’energia e dell’atteggiamento. Siamo 2-1, comunque in vantaggio, vediamo di recuperare energie, soprattutto mentali, visto che fra due giorni ci sarà un’altra battaglia”.

Appuntamento dunque a domani sera, ancora alla NGC Arena per gara-4, con l’Acea che proverà a ribaltare il fattore campo in una serie di semifinale totalmente aperta.

Lenovo Cantù-Acea Virtus Roma 81-73 (20-14, 15-18, 16-10)

Lenovo Cantù: Abass ne, Scekic 6, Smith ne, Leunen 7, Mazzarino 3, Brooks 8, Tyus 18, Tabu 3, Ragland 11, Aradori 19, Cusin, Mancinelli 6. All. Trinchieri
Acea Virtus Roma: Goss 19, Jones 13, Tambone, Tonolli ne, Gorrieri ne, D’Ercole ne, Datome 15, Bailey 5, Taylor 6, Lawal 8, Czyz 4, Lorant 3. All. Calvani

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: