Volley: playoff Serie A1, Trento e Cuneo in semifinale

  • CASA MODENA-CUNEO
    Sala in attacco (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)
  • CASA MODENA-CUNEO
    Lo striscione con dedica a Vigor Bovolenta, scomparso poco più di un anno fa (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Avanti Itas, Bre Banca e anche Piacenza. Modena, Vibo Valentia e Perugia out. Ancora aperta la sfida tra Macerata e Latina

 di Gabriele Farina
@Gabri3_0

Sala in attacco (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Sala in attacco (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Gare da brivido nei quarti dei playoff della serie A1. I piemontesi sono costretti a una doppia rimonta per superare i ragazzi di Lorenzetti, fuori a testa alta; più facile il compito delle teste di serie numero 1 e 3 contro la Tonno Callipo e la Sir Safety. Latina sorprende i campioni d’Italia prima di cedere a Macerata. Uno a uno sul campo, con la Lube avanti per il miglior piazzamento in campionato.

Bre Banca Lannutti Cuneo 3-0 Casa Modena – Gara-2, PalaPanini. Di fronte a un palazzetto gremito, la più giovane formazione della serie A1 tiene testa ai vicecampioni d’Europa, cedendo solo al tie-break. Primo set all’insegna dell’equilibrio, sino al 17 pari. Sokolov sale in cattedra e gli ospiti passano avanti (20-22). Controbreak emiliano con Kovacevic (14 punti al termine) che chiude il conto.

Combattuto anche il secondo parziale. Casa Modena conduce 8-6 al 1° tempo tecnico, quando la tifoseria di casa esibisce uno striscione dedicato a Vigor Bovolenta, protagonista dell’ultimo scudetto della squadra dopo l’esperienza di Palermo, scomparso il 24 marzo 2012.

La Bre Banca conduce alla seconda sospensione (15-16) e con Sokolov in battuta. I padroni di casa ribaltano il parziale (17-16), costringendo Piazza al timeout; da quel momento, Cuneo conquista 5 punti di fila, chiudendo sul 19-25.

L’equilibrio si spezza nel 3° set, in cui la squadra di Angelo Lorenzetti è padrona dall’inizio alla fine. La battuta fa male anche nel quarto parziale, in cui i piemontesi scavano il solco: dal 9-12 si passa al 10-17 e il set scivola così in direzione di Cuneo.

Lo striscione con dedica a Vigor Bovolenta, scomparso poco più di un anno fa (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Lo striscione con dedica a Vigor Bovolenta, scomparso poco più di un anno fa (fonte immagine: www.pallavolomodena.it)

Tie-break, dunque. Modena tiene sino al 9-9, siglato Celitans (20 punti). Gli ospiti conducono 12-14, subendo da Quesque prima di chiudere i conti con Ngapeth, autore di 19 punti al termine.

Si va in Piemonte. Come predetto da Lorenzetti (“Per noi adesso sarà molto tosta”), gli emiliani si trovano spalle al muro, ma reagiscono alla grande: il primo set termina 21-25, il secondo 22-25.

Il terzo, combattuto parziale vive di fiammate, con Cuneo che chiude avanti di cinque (25-20). Il 4° set è la riedizione di quanto visto in Emilia: piemontesi avanti quasi incontrastati, sino al 25-15 finale.

Di nuovo tie-break. I gialloblu recuperano tre punti di svantaggio (9-6), pareggiano i conti (10-10) e passano avanti. Wijsmans conclude un break di tre a zero. Modena recupera sino al 14-13, prima dell’ultimo punto, messo a segno da Sokolov (22 per lui).

“Abbiamo lavorato tanto e bene – sottolinea Jakob Vesely, centrale degli emiliani –, purtroppo non abbiamo avuto la determinazione per chiudere e loro ne hanno approfittato”.

Cuneo se la vedrà adesso con l’Itas Diatec Trentino, migliore squadra di stagione regolare e “migliore squadra al mondo”, come sottolinea Wout Wijsmans, capitano di Cuneo.

Itas Diatec Trentino 3-0 Tonno Callipo Vibo Valentia – Relativamente più facile il compito per i tetracampioni del mondo in carica di Trento, che non concedono nemmeno un set ai calabresi, conquistando così l’accesso alle semifinali nel modo più veloce possibile.

Gara-2 scivola via in appena 84’ minuti di gioco, con gli ospiti avanti grazie anche ai 13 punti di Kaziyski e Juantorena. A Vibo Valentia, sempre in testa ai primi timeout tecnici e sempre sotto i 24 punti al termine, non sono bastati i 24 della coppia ButiBadawy. Pochi cambi nella sceneggiatura di Trento. Di fronte al pubblico amico, l’Itas soffre solo nel primo parziale (27-25), chiudendo agevolmente il secondo e il terzo dopo 85’ minuti in campo.

Con Cuneo la serie è in parità durante la stagione regolare (3-0 in Trentino, 3-1 in Piemonte), ma i playoff (con Trento già avanti 1-0 “a tavolino”) sono un’altra storia.

Lube Banca Marche Macerata 2-1 Andreoli Latina – La squadra di Prandi soffre ma vince in casa in una maratona punto a punto contro i campioni d’Italia. Sotto un set a zero, i padroni di casa trovano la forza di vincere i due seguenti parziali e di resistere al prepotente ritorno ospite (19-25 nel quarto), chiudendo 15-12 al tie-break. Altro palazzetto, altro copione a Macerata. Latina riesce a essere in gara in ogni parziale (19-21 e doppio 20-21), subendo tuttavia la carica biancorossa nel finale di ognuno dei tre set. Sugli scudi Zaytsev, 20 punti con il 56% in attacco. All’Andreoli servirà adesso un altro successo per andare a gara-5, altrimenti la stagione sarà al capolinea.

Copra Piacenza 3-0 Sir Safety Perugia – Un set in due gare. Tanto concedono gli emiliani, che superano di slancio gli umbri e accedono alle semifinali. Spinti dai 21 punti di Zlatanov, la squadra di Luca Monti lascia per strada solo il secondo parziale, vincendo agevolmente gli altri tre. Simile registro anche al Pala Banca, con 19 a referto per il numero undici, un secondo set combattuto (29-27) e due agevoli (25-16). Gli emiliani attendono ora la vincente di Macerata-Latina, sperando forse nei laziali per poter partire dal vantaggio di 1-0, secondo la formula playoff in vigore questa stagione.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 10 Aprile 2013

    […] rispettati, dunque. Le prime quattro formazioni di stagione regolare sono riuscite a passare il turno, grazie anche a un sistema che ha consentito loro di avere un vantaggio di 1-0 sulle rivali per il […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: