Regione Lazio: ecco la nuova giunta Zingaretti

Il neo-presidente: “Una giunta basata su merito e competenze. Ora il Lazio può ripartire”. Sei assessori su 10 sono donne. Quale futuro per la regione della Capitale?

di Lorenzo Tagliaferri

(fonte immagine: lumsanews.it)

(fonte immagine: lumsanews.it)

Il nuovo Presidente della Regione LazioNicola Zingaretti, ha nominato i membri della neonata Giunta regionale nel segno di profondi cambiamenti e di piacevoli novità. Dei dieci membri nominati, 6 sono donne e ogni componente è esterno al consiglio regionale. L’alta percentuale di quote rosa (oltre il 50%) ne fa la giunta più femminile d’Italia e i profili degli assessori sono di assoluta garanzia e di particolare importanza vista la dura missione che li attende, in uno degli scenari regionali più critici del nostro paese.

Nomi di altissimo livello tra i quali va sottolineato, per la gravosità del compito, quello di Michele Civita, Assessore alle Politiche del Territorio, della mobilità e dei rifiuti. E proprio la questione rifiuti sarà uno dei temi di maggiore interesse per la giunta regionale. Attenzione rivolta all’ottimizzazione dei sistemi di differenziazione, raccolta e, soprattutto, di smaltimento con un occhio puntato sull’annosa questione Malagrotta, una discarica ormai al collasso e sempre sotto l’occhio delle commissioni europee (è di Mercoledì scorso il deferimento alla Corte di Giustizia Europea per serie minacce alla salute pubblica), come vi abbiamo raccontato finora sul nostro giornale.

Un altro nome che si ritroverà a dover fronteggiare tematiche piuttosto difficoltose da risolvere è quello del rettore dell’Università degli Studi RomaTreGuido Fabiani, neo Assessore alle Attività Produttive e allo Sviluppo Economico. Laureato in Scienze Agrarie con una specializzazione in problemi dello sviluppo economico del Mezzogiorno e in Teoria della pianificazione, il suo è un compito piuttosto difficile in quanto lo sviluppo tecnologico delle attività legate al settore primario e secondario deve combinarsi con la conservazione di un ambiente, come quello regionale, messo in crisi da diverse attività inquinanti ma altamente produttive come quelle nella zona della Valle del Sacco.

Combinato a quanto accaduto negli ultimi mesi della giunta Polverini è il ruolo di Concettina Ciminiello, Assessore alla Semplificazione, Trasparenza e Pari Opportunità. Ha ricoperto incarichi importanti presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e presso quello per lo Sviluppo Economico. I continui scandali che hanno visto il coinvolgimento di alcuni membri del precedente consiglio hanno convinto il neo Presidente della Regione sulla necessità di un quadro più trasparente e su una sfoltita alle miriadi di consulenze che hanno trasformato la Regione Lazio in un colabrodo nel quale si perdono milioni di euro in attività dal monitoraggio pressoché impossibile.

lidia ravera

Lidia Ravera, neo Assessore alla Cultura e allo Sport della regione Lazio

Desta parecchio interesse la nomina per l’assessorato alla cultura e allo sport di Lidia Ravera, giornalista e scrittrice, autrice del cult “Porci con le ali“, scritto insieme a Marco Lombardo Radice e del libro, finalista al Premio Strega del 2008, “Le seduzioni dell’inverno“. L’assessorato al lavoro è stato affidato a Lucia Valente, professore associato di diritto del lavoro alla “Sapienza” Università di Roma dal 2012 e autrice de “L’orario di lavoro e i riposi“, scritto in collaborazione con il giuslavorista Pietro Ichino.

In ultimo, ma di fondamentale importanza, è la nomina della stesso Zingaretti, da parte del Consiglio dei Ministri, a Commissario ad acta per la sanità. Subito dopo la nomina lo stesso Presidente ha dichiarato di essere pronto a svolgere l’incarico con un’ottica innovativa segnata dalla volontà di riuscire a sfuggire dal dogma del “taglia e chiudi” e di voler, semmai, entrare in quella del costruire per salvaguardare la salute del cittadino.

Saluta con entusiasmo la nomina della nuova giunta il capogruppo PD alla Camera, Roberto Speranza: “Mi complimento con il Presidente Zingaretti per la scelta di nominare una giunta di assessori esterni al consiglio, all’insegna del merito e della competenza amministrativa e con una presenza prevalente di assessori donne“. Polemico invece il consigliere PdL di Roma Capitale, Roberto Cantiani, che sottolinea come la scelta di nominare solo membri esterni al consiglio farà lievitare i costi delle già esangui casse regionali.

Sanità, tagli ai costi della politica, rifiuti e lavoro. Sono gli ambiti sui quali si giocherà la partita in regione ed è per questo che Zingaretti necessita di una squadra all’altezza per preparazione e capacità. Le nomine si muovono in questo senso anche se il compito è assai arduo. Potrebbe rincuorarlo la quasi certa impossibilità di riuscire a fare peggio di quelli che lo hanno preceduto.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 6 Agosto 2013

    […] recenti elezioni comunali e regionali hanno consegnato al centro-sinistra tutti i Municipi della Capitale e la presidenza del Lazio. […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: