Basket: riecco la sfida tra Virtus

  • virtus roma logo

Calvani: “Bologna è diversa, la classifica non rispecchia il suo reale valore”. La presentazione della sfida tra Acea Roma e Oknoplast Bologna e della 9a giornata di ritorno della Serie A Beko

di Paolo Sparro
Twitter: @PaoloSparro

virtus roma logoLA CONFERENZA – All’andata coach Calvani si arrabbiò molto. In casa delle ‘V nere’ la squadra mostrò cali di concentrazione fatali nel computo del risultato finale. Un errore che, ad un girone di distanza, non si deve ripetere. Questione di maturità e di classifica. La concomitanza di risultati ha proiettato l’Acea Roma al terzo posto in classifica a -4 dalla coppia di testa Varese-Sassari. È lecito sognare anche se la consapevolezza spinge il coach a guardarsi indietro.

Sarà proprio questo il segreto della stagione della Virtus: giocare partita dopo partita senza fare calcoli col calendario. Ed è questo l’approccio che chiede il coach ai suoi in vista della gara con la Oknoplast Bologna. Una squadra rivitalizzata dal cambio in panchina: il nuovo corso con Luca Bechi è stato inaugurato subito con la pesante vittoria nel derby contro Reggio Emilia, che interrompe la serie negativa di 3 k.o. consecutivi.

Ci sono tutte le premesse per una grande battaglia. Si fronteggiano i due migliori rimbalzisti, Datome e Gigli, con il felsineo a 30 lunghezza da quota 2.000 punti.

Così Calvani in vista della gara: Bologna è una squadra totalmente diversa da quella conosciuta nella partita di andata per ovvie ragioni: il cambio di allenatore è uno degli aspetti immediati da leggere come anche l’inserimento di Pullen, un giocatore che dà alla squadra caratteristiche diverse rispetto a quelle che dava Minard, che per peculiarità è più un terminale, mentre Pullen ha la responsabilità di costruire e allo stesso tempo le qualità per finalizzare l’azione”.

Poi sul momento della sua squadra: “A guardare la classifica ci potremmo distrarre e andare fuori strada: non è questa la chiave di lettura giusta, i valori sono differenti da quelli messi in mostra dalla graduatoria, figlia, come in ogni stagione, di diverse situazioni. Fino a oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra che ha mantenuto i piedi ben saldi a terra, non solamente per quello che ci riguarda ma anche per il rispetto che abbiamo nei confronti degli avversari. E sono convinto che anche in questa occasione non faremo differenze”.

LA GIORNATA – La nona di ritorno del campionato di Serie A Beko presenta spunti interessanti. Su tutti il big match del posticipo che oppone la Montepaschi Siena a Cantù (lunedì ore 20, diretta RaiSport 2). Al PalaEstra si attende la reazione dei biancoverdi dopo i k.o. delle ultime uscite. Lo stop di Caserta e ancor più quello beffardo in Eurolega contro il Besiktas sono i sintomi di una squadra stanca, incapace di trovare valide alternative agli acciaccati. Il crollo con i turchi dopo un’ottima partenza targata Brown fa ben sperare Cantù reduce dal successo su Pesaro. I brianzoli, che non vincono in Toscana dal 1996, hanno la ghiotta occasione di incrementare il vantaggio in classifica.

Reduci dallo scontro diretto di sette giorni fa, le due capoliste sono impegnate in trasferte insidiose. Varese se la vedrà con Reggio Emilia (domenica ore 20, diretta Sportitalia2 e La7D) in un match che si preannuncia caldissimo. La Trenkwalder si aggrappa ad Antonutti per tentare l’aggancio a Siena in classifica. Il numero 9 biancorosso è il miglior tiratore da tre in Serie A e ha nella Cimberio una delle sue vittime preferite, con il 59,1% dall’arco.

Il Banco di Sardegna sarà di scena a Cremona. La squadra di Meo Sacchetti potrebbe pagare a caro prezzo le energie profuse per piegare la resistenza dei varesini: Cremona vittoriosa al forum di Assago (81-78) cercherà il bis contro i sardi sospinta dal calore del suo pubblico. Le sorti dei biancoazzurri potrebbero non passare dalle mani di Travis Diener che non si è allenato nei giorni scorsi.

Successo fondamentale per scalare posizioni anche per l’Olimpia che sfiderà tra le mura amiche Montegranaro a caccia della vittoria numero 100. Gli uomini di Recalcati hanno messo a referto 93 punti nella partita contro Brindisi, mostrando un buon potenziale offensivo. Le scarpette rosse, desiderose di scalare posizioni in chiave playoff, devono lasciare da parte le amnesie difensive palesate nella sconfitta interna con Cremona.

Una vittoria scaccia crisi è l’auspicio dell’Enel Brindisi impegnata in casa con la Sidigas Avellino. La serie negativa dei pugliesi, culminata con il tabù Sutor, potrebbe chiudersi contro i campani. Da verificare la risposta in termini atletici e di risorse mentali del quintetto di Bucchi.

A caccia della terza vittoria consecutiva Caserta impegnata contro la Scavolini. I marchigiani si affidano alle percentuali realizzative di Crosariol (72,1% al tiro) e all’imbattibilità di Stipcevic contro i campani per portare a casa punti fondamentali in chiave salvezza. Trasferta anche per Biella, fanalino di coda della Serie A. I lombardi andranno al Taliercio di Venezia al cospetto di una squadra nettamente superiore. I veneti, chiamati a difendere l’ottava piazza dall’assalto dell’Enel Brindisi, devono recuperare  terreno dopo il k.o. di sabato contro l’Acea Roma.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 25 Marzo 2013

    […] alla vigilia aveva invitato alla prudenza, e i primi due quarti sembravano dargli ragione. Poi però il […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: