Caserta: la Reggia punta sul web

Presentato alla Bit di Milano il logo FaceBit, insieme al nuovo calendario di eventi

di Silvia Cresci

fonte immagine: beniculturali.it

fonte immagine: beniculturali.it

Ha preso il nome di FaceBit il nuovo logo che la Soprintendenza di Caserta e Benevento ha coniato appositamente per la Bit (Borsa Internazionale del Turismo), tenutasi a Milano dal 14 al 17 febbraio.

“Face” sta per Facebook, in quanto il logo non è altro che il simbolo di un’interessante iniziativa che prevede un sempre più massiccio utilizzo del popolare social network come strumento di comunicazione con i potenziali visitatori della Reggia di Caserta.

Il Complesso Vanvitelliano possiede già da tempo una sua pagina Facebook, il cui apprezzamento da parte degli utenti è comprovato da ormai quasi 11.000 “mi piace”. La novità è che questa pagina diventerà ancora più attiva e sarà al centro di un innovativo e sempre più efficiente sistema di condivisione delle informazioni. L’idea di base è quella di mettere a disposizione dei visitatori uno strumento sempre aggiornato, attraverso il quale gli stessi potranno essere informati in tempo reale su ogni evento culturale, a cominciare dalle mostre.

Già nel corso della stessa Bit, del resto, la pagina Facebook ufficiale è stata ampiamente utilizzata per promuovere le iniziative future in programma presso la Reggia nell’arco temporale che va da qui alla fine dell’anno. Si tratta di una lunga lista di eventi culturali, presentati con un titolo piuttosto suggestivo, Le stagioni della Reggia.

Per la prossima primavera c’è in calendario la mostra Memus-Terrae Motus, esposizione incentrata sui pezzi d’arte contemporanea facenti parte della raccolta che il grande collezionista Lucio Amelio lasciò alla Reggia di Caserta nel 1992. Tra gli altri, figurano i nomi di Keith Haring, Mimmo Paladino e Tony Gragg.

fonte immagine:streamcaster.net

fonte immagine:streamcaster.net

In estate arriverà invece un’esposizione dedicata ad Alessandro (1545-1592) ed Elisabetta Farnese (1692-1766), con diversi dipinti ad illustrare alcuni momenti salienti delle loro vite.

A seguire, la stagione autunnale si aprirà con il Carditello ritrovato, una mostra che sarà inaugurata nel mese di ottobre e si protrarrà fino a dicembre. L’attenzione si focalizzerà questa volta sugli elementi d’arredo che arricchivano un tempo la Reale tenuta borbonica di Carditello, ubicata a pochi chilometri da Caserta.

C’è poi un evento più imminente, la cui inaugurazione è attesa per il prossimo 28 febbraio. Si tratta della mostra Disegni e modelli. L’idea progettuale della Reggia. Saranno esposti negli appartamenti storici bozzetti in stucco di rilievi, bronzetti, disegni, nonché alcuni modelli lignei relativi al palazzo.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: