Virtus Roma, buio totale. L’Eurobasket vince il derby 63-54

Partita nervosa e qualitativamente indecorosa al Palazzetto dello Sport, con la Virtus Roma che cede all’Eurobasket. Non basta il tentativo di rimonta finale a giustificare una prestazione insufficiente, con un ko che al netto di fattori esterni spalanca le porte dei playout

virtus roma

Foto di Marta Bandino per Ghigliottina

Pomeriggio da incubo per la Virtus Roma, che nella stracittadina con l’Eurobasket cede 63-54. La confusione ha regnato sovrana quest’oggi, con l’infima qualità degli attacchi ad animare la gara, decisa da quel minimo di maggiore consistenza perimetrale in più dei biancoblu.

I ragazzi di Piero Bucchi sono andati a vuoto dall’arco per quasi tutta la gara, sbloccandosi solo a metà dell’ultimo quarto; una rincorsa che comunque non ha prodotto i risultati sperati, con una Virtus nervosa che paga anche un severo metro arbitrale, il quale però non può fungere da causa di giustificazione.

Finale di stagione drammatico per i giallorossi, che per salvare la categoria con ogni probabilità dovranno ripassare nuovamente per la lotteria dei playout, dopo quelli vissuti due stagioni fa.

LA PARTITAChessa inaugura il match ma l’Eurobasket ha subito la mano calda dal perimetro, andando a segno con Sims e Deloach (6-5). Si procede con tanti errori da una parte e dall’altra, ed è la seconda tripla di Deloach a dare un primo piccolo vantaggio ai biancoblu (15-10).

Roma spreca e si aggrappa al solo Roberts, Brkic è implacabile dalla lunetta ed il primo quarto si chiude con l’Eurobasket avanti 17-13.

Con Roberts e Parente la Virtus si porta sul -2 (19-17), ma con la tripla di Brkic l’Eurobasket prova a respingere il tentativo di ritorno dei giallorossi, i quali vanno miseramente a picco dal perimetro (0/13 al 20’).

Non si segna mai nel secondo quarto, con i biancoblu avanti all’intervallo 24-21.

In apertura di terza frazione Sims allunga per l’Eurobasket (28-21), ma è Landi a tenere a galla la Virtus, fino ad arrivare al pareggio (28-28). Azioni pacchiane ed incerti fischi arbitrali animano questa parte di match, con la tripla di Venuto a scuotere il punteggio (31-28).

Thomas ricuce lo strappo ma è Deloach a firmarne un altro per i biancoblu (36-31), con Brkic che riesce ad allungare al 30’ fino al 42-35.

Sims apre anche l’ultimo quarto, la Virtus sembra non averne più e l’Eurobasket con le triple di Fanti e Pierich vola sul 50-38, con l’ex Rieti che rimarca fino al +14 (52-38).

Ma la Virtus resuscita all’improvviso, sbloccandosi finalmente dal perimetro: Chessa e Parente mandano a segno quatto triple consecutive, che valgono un insperato -2 (52-50).

Sims prova il riallungo, i giallorossi sprecano possessi e la carambola dei liberi finisce con il premiare i biancoblu, che con la tripla finale di Brkic annullano anche la sfavorevole differenza canestri dell’andata. L’Eurobasket vince 63-54.

IL COMMENTO – Non è certamente il tentativo di rimonta finale ad ammorbidire il giudizio odierno, con una Virtus Roma a lungo impresentabile, perennemente contratta ed infantile nel non capitalizzare le opportunità avute. Lo 0/18 dal perimetro maturato in circa trentacinque minuti è il ‘biglietto da visita’ giallorosso di questa stracittadina, persa in malo modo e che, al netto di classifiche avulse e delle decisioni in merito al ‘caso Reggio Calabria’, condanna la Virtus ai playout in maniera pressoché definitiva.

Il peso della débâcle odierna, autentico schiaffo per i tifosi virtussini, mette in secondo piano il giudizio sui singoli, con l’unica nota “positiva” quella di un Raucci al debutto e convincente in difesa. Difesa, quella che la Virtus ha anche ben interpretato quest’oggi, sterilizzata poi dall’inquietante 27% dal campo in attacco. Bastava veramente poco in più rispetto a quanto prodotto per avere la meglio su una mediocre Eurobasket, che con il minimo sforzo centra una vittoria fondamentale nella corsa verso la salvezza.

Non basta neanche il discutibile arbitraggio a giustificare quanto visto in campo, con una pochezza tecnica che ha impoverito il pomeriggio degli spettatori del Palazzetto dello Sport. Virtus Roma ora attesa dalla sfida con Siena, in un finale di campionato che si preannuncia infuocato, in cui si spera il dramma non divenga tragedia.

EUROBASKET ROMA-VIRTUS ROMA 63-54 (17-13; 24-21; 42-35)
EUROBASKET: Deloach 15, Santini ne, Casale ne, Fanti 3, Cesana, Torresani ne, Sims 19, Bonessio, Piazza 2, Venuto 3, Brkic 16, Pierich 5. All.: Turchetto.
VIRTUS ROMA: Maresca 4, Chessa 8, Baldasso 2, Lucarelli ne, Landi 8, Vedovato 1, Roberts 11, Thomas 8, Parente 10, Raucci 2. All: Bucchi.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: