Romics XXII tra Beatles e Fantascienza

Solito pienone al Romics, la fiera del fumetto di Roma. La 22ª edizione dedicata ai Fab Four in veste comics e a un mix tra fantascienza e western

Romics autunno 2017 - ©Laura Aurizzi | Ghigliottina

Romics autunno 2017 –
©Laura Aurizzi | Ghigliottina

Oltre 200.000 le persone che due volte l’anno da tutta Italia fanno capolino nella capitale per partecipare a quello che, nel corso delle edizioni, è diventato l’evento principe del panorama fumettistico capitolino e fra i più importanti in Italia.

A conferma di ciò basti pensare all’enorme quantitativo di mostre che Romics ha dedicato a Street Art, Musica, Fumetto, Animazione, Storytelling in tutte le sue forme e contenuti e molto altro, il tutto condito da due Esposizioni d’eccezione, una dedicata all’Universo dei Beatles, attraverso la Mostra Evento “I Beatles a Fumetti” con una vasta selezione di tavole e di fumetti originali accompagnate da un gran numero di oggetti d’epoca da collezione, l’altra, dedicata al mondo insieme fantascientifico e Western di Paolo Eleuteri Serpieri, il papà di Druuna e di Tex ed anche uno dei quattro Romics d’oro di questa edizione.

Immancabile poi, come in ogni edizione (almeno in quelle degli ultimi tre anni), è la mostra dedicata al signore del terrore italiano Diabolik, con una raccolta di tavole e manifesti direttamente provenienti dalla casa di produzione Astorina.

Come non menzionare infine l’evento più caratteristico ed atteso del Romics, ovvero, il Romics Cosplay Award, che anche quest’anno ha fornito i rappresentanti italiani per le prossime Edizioni del World Cosplay Summit di Nagoya ad Agosto 2018, della Yamato Cosplay Cup International di Brasile a luglio 2018 e dell’Eurocosplay di Londra 2018.

Di seguito i nomi dei vincitori del Romics Cosplay Award:

  • World Cosplay summit: Martina Mottola e Simone Satta con The Old Hunter and Lady Maria of the astral tratto da Bloodborne;
  • Yamato Cosplay Cup International: Carlo Visintini con The Lich King tratto da World of Warcraft;
  • EuroCosplay: Cristina Benfante con Chang’e tratto da Smite.

Mentre qui di seguito vengono riportati i nomi dei vincitori dei Romics d’Oro di questa Edizione:

  • Paolo Eleutieri Serpieri, il papà di Druuna e Tex che ha ricevuto il Romics d’oro alla Carriera;
  • Shawn Martinbrough, il disegnatore di Batman, Capitan America, Hellboy e della serie Thief of Thieves;
  • Kevin Jenkins, art director di film cult come Star Wars, I Guardiani della Galassia e La Bussola d’Oro;
  • Ben Morris, Direttore Effetti Speciali e Creativo della Industrial Light and Magic, il quale ha partecipato ad importanti produzioni come Il Gladiatore, Gravity ed Harry Potter.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dunque, ennesima edizione trionfale per il Romics, che anche in questa sessione autunnale ha riconfermato e fatto propri i numeri da record delle passate edizioni. Unica nota dolente da segnalare, il trend negativo riguardante il numero di stand messo a disposizione dei piccoli negozianti che di edizione in edizione sembra lentamente ma inesorabilmente assottigliarsi, con il risultato di avere un offerta di fumetti cartacei (manga e non), soprattutto quelli più rari, non all’altezza di un evento così importante ed imponente.

Appuntamento, quindi, ad aprile 2018 per la sessione primaverile dell’evento fumettistico più importante della capitale e, come sempre, buon prossimo Romics a tutti.

Simone Maggio
foto di Laura Aurizzi

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: