Musica + Monk, l’unione continua

Riparte la stagione live del palco del circolo Arci di via Mirri 35 a Roma. Tanti nomi italiani e internazionali compongono il programma del Monk, rinnovando così l’unione tra intrattenimento e aggregazione

Giuseppe Peveri, in arte “Dente

Aprite l’agenda, cartacea o digitale. La stagione live del Monk di  Roma è tornata.

Dopo l’apertura ufficiale dello scorso weekend con i The Winstons – super trio composto da Roberto Dell’Era (Afterhours), Enrico Gabrielli (Calibro 35) e Lino Gitto (UFO) e i Timber Timbre, formazione canadese capitanata da Taylor Kirk, fino al 2 dicembre calendario del palco di via Mirri 35 in zona Portonaccio promette nomi interessanti della scena musicale italiana e internazionale per anteprime, concerti ed eventi speciali, tutti riservati ai soci del noto circolo Arci.

Venerdì 6 ottobre, la musica incontra il cinema grazie alla sonorizzazione del film La caduta della casa degli Usher, diretto da Jean Epstein, a cura dei Massimo Volume: sul palco, Emidio Clementi (basso), Egle Sommacal (chitarra) e Vittoria Burattini (percussioni). Altro nome protagonista del Monk è Dente. Tra i più apprezzati cantautori italiani della scena contemporanea, Giuseppe Peveri chiude così la promozione del suo ultimo disco Canzoni per metà – uscito a ottobre 2016 – con la Festa di fine tour in calendario per sabato 7 ottobre.

In programma anche la psichedelia dei Radio Moscow (lunedì 9 ottobre), le atmosfere nipponiche di Behind the shadow drops, progetto solista di Takaakira “Taga” Goto, fondatore e chitarrista dei MONO (giovedì 12 ottobre) e i suoni del Portico Quarter (venerdì 20 ottobre).

Torna poi l’Italia. Sabato 14 e 21 ottobre appuntamento rispettivamente con Colombre e con l’autore, cantante e fondatore de Il Muro del Canto, Daniele Coccia Paifelman. Il primo con Pulviscolo – pubblicato per Bravo Dischi, con la collaborazione di IOSONOUNCANE, Niccolò Pagani, Francesco Aprili –  il secondo con Il Cielo di Sotto, disco d’esordio per La Zona/La Grande Onda, che verrà presentato in anteprima nello spazio di via Mirri, 35.

I Selton

Ottobre continua con Jerusalem in my Heart (martedì 24), Coldcut (venerdì 27), Willie Peyote (sabato 28). L’unione tra i ritmi sensuali della cumbia sudamericana e l’elettronica europea, sintesi della sperimentazione musicale del producer e dj salentino Andrea Mangia aka Populous, apre il mese di novembre, sabato 4, accompagnata per l’occasione dal rap di M¥SS KETA.

Per gli amanti del jazz, l’appuntamento è per giovedì 9 novembre con Binker e Moses, il duo sax/batteria noto per l’intensità dei live show e vincitore di numerosi riconoscimenti del mondo jazzistico (MOBO Awards 2015, Jazz FM Awards 2016, Parliamentary Jazz Award).

Insegnare il passato con la musica del futuro. Questa è la missione dei Public Service Broadcasting (J. Willgoose, Esq. e Wrigglesworth), portata avanti dal 2003 – anno del debutto – con  sample audio, video di filmati storici, pellicole d’archivio e strumentazione live.  Sarà possibile vederli in azione venerdì 10 novembre.

Si segnalano poi i concerti dell’eccentrica band di New York, Chk Chk Chk (sabato 11 novembre); del folksinger texano Micah P. Hinson, che presenterà in Italia il suo ultimo lavoro The Holy Strangers (domenica 12 novembre); di Zola Jesus, progetto di Nika Roza Danilova (martedì 14 novembre)  e di Telefon Tel Aviv (giovedì 23 novembre).

La programmazione del Monk incontra la seconda edizione del Rome Psych Fest mercoledì 15 novembre con il concerto di Arto Lindsay (per l’anteprima del festival), venerdì 17 e sabato 18 novembre con i Liars, i Lali Puna, i Moon Duo e Andrea Laszlo De Simone.

Cigarettes After Sex

La chiusura – solo per il momento – è affidata ai Selton e ai Cigarettes After Sex. Daniel Plentz, Ricardo Fischmann, Ramiro Levy ed Eduardo Stein Dechtiar hanno da poco pubblicato, per Universal Music Italia, Manifesto Tropicale, un disco senza frontiere nel significato e nei suoni: questo nuovo lavoro verrà presentato al Monk venerdì 1 dicembre. Ultimo, ma non per importanza, il collettivo padre del fortunato singolo intriso di  dream pop, Nothing’s gonna hurt you baby: i Cigarettes After Sex sono attesi sabato 2 dicembre.

#staymonk!

Martina Zaralli

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: