Basket, in Serie A Beko prosegue la marcia di Venezia


Venezia si conferma alla guida del campionato. Bene Milano, Pistoia e Bologna, con Fontecchio ancora una volta decisivo. Reggio Emilia manda in doppia cifra solo gli italiani e vince. Sorridono finalmente anche Roma e Varese, mentre Caserta non riesce a muoversi dal fondo della classifica

di Giorgia Limiti

pallone basketPESARO SPAVENTA LA CAPOLISTA – Si conferma in solitaria alla guida della classifica l’Umana Venezia, che viene però spaventata da un grande ultimo quarto della Consultinvest Pesaro (89-90). 34-14 il parziale a favore degli uomini di Dell’Agnello che non hanno di certo sofferto di timore reverenziale nei confronti della prima della classe. Peccato non esser riusciti nell’impresa, ma la sconfitta lascia comunque la consapevolezza a LaQuinton Ross e compagni che dopo un inizio di stagione da dimenticare la strada intrapresa è quella giusta.

FATTORE ITALIANO  Sono di “casa nostra” i 62 punti sui 77 totali della vittoria della Grissin Bon Reggio Emilia contro l‘Upea Capo d’Orlando (77-65), con Amedeo della Valle che si inserisce tra i migliori realizzatori di giornata (25 punti) e Achille Polonara che in testa alla classifica come miglior rimbalzista (14).
Marco Ceron è invece uno dei protagonisti della vittoria di Venezia: i 14 punti messi a segno gli regalano la prima “doppia cifra” nella massima serie.

I BELIEVE I CAN FLY  Ventidue secondi alla fine della partita. Diciannove anni da compiere tra qualche ora. Una partita vissuta nell’ombra fino a quel momento, poi la tripla che ha regalato la vittoria alla Granarolo Bologna sulla Sidigas Avellino (77-76). Avrà creduto di poter volare in quel momento Simone Fontecchio?

SCONTRO AL VERTICE – Punteggio da NBA nello scontro al vertice tra il Banco di Sardegna Sassari e l’EA7 Emporio Armani Milano. Finisce 111-112 per la squadra di Luca Banchi, con gli ospiti guidati dal trio Brooks (25), Kleiza (21), Samuels (23). A Sassari non bastano i 32 di Sanders.

LA CORSA ALLE FINAL EIGHT Si ferma la Vanoli Cremona, che dopo la vittoria su Varese cede alla Virtus Roma (63-50). L’Acea torna alla vittoria dopo una serie di sconfitte tra campionato ed Eurocup. Importante la vittoria in chiave Coppa Italia per la truppa di coach Dalmonte, che dopo l’impegno di stasera europea andrà a far visita alla Sidigas Avellino, in una trasferta che appare insidiosissima.

SORRIDE VARESE – Gli ultimi dieci minuti segnati da un 13-23 di parziale regalano il successo all’Openjobmetis (69-71), trascinati da Diawara e Rautins. Domenica prossima a Varese arriva la Granarolo Bologna: con il ritorno di Pozzecco in panchina dopo 2 giornate di squalifica i lombardi continueranno la ripresa?

TOP OF THE ROUND Nonostante una partita strepitosa condita da 35 punti e 38 di valutazione, non ce l’ha fatta Sam Young a regalare il primo sorriso della stagione alla Pasta Reggia Caserta, che ha consegnato la partita in mano alla Dolomiti Energia Trento negli ultimi 40 secondi (88-90).

PUNTO A PUNTO – In questa nona giornata di campionato,  6 partite su 8 sono finite con uno scarto tra le due squadre che non ha superato  i quattro punti, segno che l’equilibrio della Serie A Beko 2014-2015 è un fattore importante di questo campionato.

I RISULTATI:
Reggio Emilia – Capo d’Orlando 77-65;
Brindisi – Varese 69-71;
Pesaro – Venezia 89-90;
Cantù – Pistoia 76-80;
Bologna – Avellino 77-76;
Roma – Cremona 63-50;
Sassari – Milano 111-112;
Caserta – Trento 88-90.

LA CLASSIFICA: Venezia continua ad essere in testa con 16 punti; a soli due punti di distanza troviamo Reggio Emilia e Milano (14). Sassari resta ferma a 12. Brindisi, Cremona e Trento 10 punti. Scendendo sono ben 5 le squadre con 8 punti (Bologna, Pistoia, Cantù, Roma ed Avellino. Varese e Capo d’Orlando 6 punti, Pesaro 4 e Caserta ancora ferma a 0.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: