Basket, prime sorprese in Serie A

Con le sconfitte di Sassari (a Capo D’Orlando) e Reggio Emilia (a Bologna), dopo 8 giornate Venezia è sola al comando. Bene Avellino e Pistoia, male Roma e Varese. Caserta rimane ancora il fanalino di coda a zero punti

di Giorgia Limiti

L'esultanza di giocatori e tifosi dell'Upea Capo d'Orlando (fonte immagine: Orlandina Basket Facebook Official Page)

L’esultanza di giocatori e tifosi dell’Upea Capo d’Orlando (fonte immagine: Orlandina Basket Facebook Official Page)

SOLA AL COMANDO – È in testa alla classifica con 7 vittorie ed una sconfitta. Questo il bilancio dell’Umana Reyer Venezia, che si gode in solitaria il primato dopo aver sconfitto la Pasta Reggia Caserta (88-76). I casertani, che non sono riusciti a centrare la vittoria nemmeno questa volta, hanno ceduto a Tomas Ress e compagni solo negli ultimi minuti della partita, dopo aver chiuso il terzo quarto in vantaggio.

SORPRESA CAPO D’ORLANDO – Di sicuro, dopo la sconfitta di Pesaro della scorsa settimana e soprattutto dopo il secondo quarto della partita contro i ragazzi di Meo Sacchetti, finito con un parziale di 15-27 a favore del Banco di Sardegna Sassari, nessuno si aspettava un risultato del genere. Ma si sa che la pallacanestro. A Capo d’Orlando finisce 72-71 per i padroni di casa, con Soragna e compagni che riescono a mettere il bastone tra le ruote ad una delle “regine” del campionato.  Autentico protagonista della partita Dario Hunt, con 18 punti messi a referto, 35 di valutazione e 18 rimbalzi, che lo rendono il miglior giocatore della giornata.

IL PUNTO INTERROGATIVO “VIRTUS ROMA” – Inizio di stagione di difficile comprensione quello dell’Acea Roma. La squadra capitolina continua infatti a fare la voce grossa in Europa (prima nel suo girone e già qualificata per la seconda fase) e a collezionare sconfitte in campionato. L’ultima è arrivata proprio domenica a Pistoia, dove nonostante si sia visto un Ejim in ripresa, la squadra di coach Moretti è riuscita a conquistare i due punti (94-84). Sarà colpa del doppio impegno? In vista delle Final Eight di Coppa Italia, che quest’anno si svolgeranno a Desio, la situazione per la squadra di coach Dalmonte si fa complicata e al Palazzetto dello Sport domenica prossima arriva la Vanoli Cremona, una delle squadre rivelazione di questo campionato.

7.358 – In un periodo di crisi, in cui sentiamo continuamente parlare di pochi abbonamenti venduti e palazzetti semivuoti, vale la pena sottolinearlo: a Bologna domenica pomeriggio, erano 7.358 i tifosi presenti ad assistere al match tra Granarolo Grissin Bon Reggio Emilia. Il numero uno della Grissin Bon, Renato Villalta, l’ha definita una vera e propria “festa dello sport”.  E la spinta del pubblico deve aver fatto bene ai ragazzi di coach Giorgio Valli, visto che sono riusciti a strappare i 2 punti ad una delle favorite, con White e Ray autori di un’ottima partita. Terzo quarto fatale per la truppa di coach Menetti (27-13) cui non sono bastati i 20 punti di Taylor per evitare la sconfitta (78-66).

TORNA ALLA VITTORIA LA SIDIGAS AVELLINO – Dopo le sconfitte contro Reggio Emilia e Sassari torna alla vittoria la squadra di coach Vitucci, che chiude la partita contro la Dolomiti Energia Trento (84-72) con ben 6 giocatori in doppia cifra (Hanga 16, Banks 13, Cavaliero 13, Anosike 12, Gaines 11, Harper 11). Per gli ospiti sconfitta derivata dalla mancanza di energia, con coach Buscaglia che al termine della partita ha voluto comunque sottolineare la buona prestazione di Diego Flaccadori (10 punti, 20 minuti in campo per un 12 di valutazione), un altro giovanissimo italiano (classe 1996), che sta iniziando a guadagnarsi il giusto spazio nella serie maggiore.

È BUIO A VARESE – Si fa sempre più buio in casa Openjobmetis Varese, con la squadra di coach Pozzecco (squalificato per 2 turni) che rimedia la sesta sconfitta stagionale in otto partite disputate, contro la Vanoli Cremona (64-53). Bilancio assolutamente negativo per i lombardi, che devono assolutamente correre ai ripari prima che la situazione si complichi ulteriormente.

RISULTATI 8^ GIORNATA SERIE A BEKO
Cantù – Brindisi 63-73;
Pistoia – Roma 94-84;
Cremona – Varese 64-53;
Bologna – Reggio Emilia 78-66;
Milano – Pesaro 96-61;
Avellino – Trento 84-72;
Venezia – Caserta 88-76;
Capo d’Orlando – Sassari 72-71.

LA CLASSIFICA – Dopo otto giornate troviamo Venezia in testa con 14 punti. Seguono Reggio Emilia, Sassari e Milano a 12. Cremona e Brindisi volano a 10 dopo le rispettive vittorie. Cantù, Avellino e Trento a quota 8.  Scendendo troviamo a 6 punti ben 4 squadre: Bologna, Pistoia, Roma e Capo d’Orlando. Varese e Pesaro rimangono a 4 con Caserta che chiude la classifica a quota 0.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: