Basket: Acea Roma, niente distrazioni

  • VirtusRomaLogo

Coach Calvani: “Non dobbiamo sottovalutare Avellino”. Stemacwagen tra i nuovi partner

di Paolo Sparro

VirtusRomaLogoATTENZIONE PRIMA DI TUTTOLa trasferta campana è di per sé insidiosa. Se non altro perché l’ambiente, galvanizzato dal successo di domenica scorsa contro Varese, potrebbe inciampare nella Sidigas. Lo si intuisce dalle parole di Marco Calvani, cosciente delle difficoltà del match: “Qualcuno mi ha detto che Avellino non è al nostro livello poiché hanno la metà dei nostri punti in classifica. Io dissento totalmente da questa affermazione. Li considero una squadra in difficoltà, ma con un grande potenziale”.

Effettivamente i biancoverdi non se la passano molto bene. Sono penultimi in classifica e vengono da un cambio alla guida tecnica piuttosto recente. Il 13 novembre Giorgio Valli ha lasciato la panchina al suo ex assistente Gianluca Tucci. Il cambio di rotta ancora fatica a vedersi tanto che la Sidigas sta operando freneticamente sul mercato. In questi giorni ha depositato in Lega due nuovi tesseramenti: lo statunitense (naturalizzato spagnolo) Taquan Dean e il congolese Dwight Hardy, entrambi guardie.

Un calo mentale resta un’ipotesi da prendere in considerazione, soprattutto se andiamo a ritroso con la memoria. In questa stagione Roma è caduta contro la convalescente Bologna anche se il coach ammette: “La settimana prima di quella trasferta non c’erano segnali che mi potessero far presagire un brutto risultato”. Forte dunque anche di questa esperienza l’allenatore dell’Acea suona la carica: “Non andremo ad Avellino per fare control game. Anche con loro ce la giocheremo a viso aperto”.

CHI SALE E CHI SCENDE – In vista della gara con la Sidigas, Calvani potrà contare su tutti i suoi effettivi escluso Dagunduro. La guardia nigeriana è stata sottoposta ad artroscopia al ginocchio sinistro a causa di un riacutizzarsi di un dolore avvertito nella trasferta di Bologna. Conferme del buon esito dell’intervento arrivano da Nicola Alberani, general manager della Virtus, che in chiave mercato incalza: “Ade non è riuscito a diventare il giocatore da 20 minuti che ci aspettavamo. Al momento siamo a posto così, non cercheremo altri giocatori”.

Presenti in conferenza stampa anche due pedine importanti dello scacchiere romano: Bobby Jones e Olek Czyz. I due giocatori hanno vissuto una stagione simmetrica nel rendimento con l’americano che sembra finalmente in buona forma. “All’inizio mi limitavano un insieme di fattori come gli infortuni e la morte di uno dei miei cari. Adesso però col passare del tempo le cose si sono sistemate“. Dal punto di vista tecnico il numero 6 confessa: “Personalmente preferisco la fase difensiva a quella offensiva anche se, come ben sapete, la difesa si tramuta velocemente in attacco già nelle fasi di recupero e di transizione”.

Un raggiante Czyz ha commentato la convocazione per l’All Star Game del 16 dicembre a Biella:“Credo di aver meritato questa chiamata. Nella gara di schiacciate attualmente sono imbattuto e voglio difendere questo risultato (9/9 per lui)”.

L’ala polacca, dopo un inizio da incorniciare è apparso un po’ in calo nelle ultime uscite. “Nei primi tempi sono riuscito a mettere in mostra tutte le mie potenzialità, poi qualcosa è andato storto. Con Siena i tiri non entravano, con Venezia ho raggiunto presto il limite dei falli e con Bologna ho avuto un problemino fisico. Adesso devo dare alla Virtus quello che si aspettano da me”. 

NUOVO ARRIVO – La grande famiglia della Virtus ha un nuovo elemento. Nella conferenza stampa di ieri è stata ufficializzata la collaborazione di Stemacwagen tra gli sponsor della società. Un legame che nasce dalla fiducia reciproca e dalla proposta del presidente Toti come racconta Maurizio Celon, direttore commerciale dell’azienda romana. “È stato lui a convincermi ed io ho creduto subito nel progetto. Ci approcciamo al basket non solo per l’importanza che riveste per Roma, quanto per i valori insiti in questo sport. Per noi si tratta di una disciplina sana, pulita e dinamica che rispecchia i valori dei nostri prodotti”.

Stemacwagen fornirà dunque svariati modelli di auto compresi nella sua ampia gamma, per un totale di 14 official car.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: