I Top/Flop della Serie A: la 26ª giornata di campionato

Le pagelle della nostra redazione sportiva sui migliori/peggiori team e giocatori dell’ultimo turno della Serie A

La 26ª giornata della Serie A (da sabato 06/03/2021 a lunedì 08/03/2021) ci ha regalato un lungo weekend di grandi emozioni sportive.

TOP TEAM – CROTONE

L’arrivo del grande Serse Cosmi ha sicuramente portato una bella ventata d’aria fresca in tutta la Calabria. Nello scontro diretto casalingo contro il Torino, il Crotone vince ampiamente assicurandosi 3 punti fondamentali per la salvezza. La partita termina con il risultato finale di 4-2 a favore dei calabresi. La mano del tecnico di Perugia si inizia a intravedere: pressing, organizzazione tattica e dinamicità offensiva. I Pitagorici affrontano con ferocia ed intelligenza gli uomini di Nicola riuscendo a regalare ai propri tifosi una vittoria meritata. Nel complesso, la squadra di Cosmi confeziona ben 7 tiri in porta, contro i 4 degli avversari.  Alla fine a Crotone è festa grande. Comincia la risalita in classifica!

FLOP TEAM – BOLOGNA

Brutta trasferta per la squadra di Siniša Mihajlović allo Stadio Diego Armando Maradona. Dopo la sconfitta di Cagliari, il Bologna inanella un altro risultato negativo contro il Napoli. La squadra di Gattuso, dopo il deludente pareggio con il Sassuolo (3-3), risorge in casa con una prestazione sfavillante. Politano, Zielinski, Mertens, Osimhen e, soprattutto, Insigne creano non pochi problemi ai felsinei. De Silvestri e Mbaye soffrono troppo le incursioni sulle fasce. Il centrocampo rossoblù conquista il dominio del possesso palla (56,60%), ma non riesce a trasformalo in azioni pericolose. Nel suo momento migliore, quando forse il Bologna avrebbe meritato il pareggio, Victor Osimhen realizza il 2-0 con cui di fatto si chiude la partita. A nulla è valso al 73° il 2-1 di Soriano, visto che Lorenzo Insigne sistema le cose dopo soli 3′ segnando il 3-1 finale. I felsinei devono ritrovare la loro abituale andatura in campionato. Bologna in tilt!

TOP PLAYER – NAINGGOLAN

Prestazione superlativa del belga. Nella complicata sfida al Ferraris di Genova, Radja Nainggolan dimostra tutto il suo enorme valore tecnico-tattico. Strabilia non solo per le grandi giocate in attacco (cross, lanci, filtranti, inserimenti, conclusioni), ma anche per la ritrovata condizione atletica che assicura il pregiatissimo lavoro in fase di copertura. Un faro ineguagliabile nel centrocampo di Semplici. Si fa apprezzare nell’impostazione e nella sua naturale abilità a guidare la squadra dettando i ritmi ed i tempi di gioco. La sua performance viene coronata da una splendida rete in zona extra-time (96°), che regala ai sardi un importantissimo pareggio in chiave salvezza. Voto in pagella: 8. Dalla Sardegna con furore ecco il fuoriclasse che tutti conoscevamo. Il ninja è tornato!

FLOP PLAYER – LULIC

Meno di un’ora basta per meritarsi la maglia nera di flop player. Senad Lulić, esterno di sicuro affidamento, sbaglia clamorosamente la partita delle partite. Schierato sulla fascia destra soffre il duello con Bernardeschi. Non riesce a spingere sull’acceleratore come gli chiede S. Inzaghi e il gioco della Lazio ne risente. Il compito affidatogli è quasi proibitivo: sostituire Lazzari. Mai entrato in partita, il tecnico biancoceleste lo sostituisce già al 55°. Una delle peggiori performance della sua carriera. Voto in pagella: 4,5. Dici Lulić e dovresti dire usato sicuro: ma così non è stato all’Allianz Stadium. I bei tempi sembrano lontani!

Francesco Ciavarella

Immagine di copertina via twitter.com/Battistiraccon1

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Preference Center

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: