SuperLega volley: Modena e Perugia tentano subito la fuga

Nella 3ª giornata di SuperLega prove di allungo in classifica per Modena e Perugia grazie alle nette vittorie contro Monza e Piacenza. Resta in scia Civitanova, che espugna Milano

Micah Christenson, MVP di Milano-Civitanova di SuperLega (fonte immagine: facebook.com/LegaVolleySerieA)

Micah Christenson, MVP di Milano-Civitanova di SuperLega (fonte immagine: facebook.com/LegaVolleySerieA)

Turno infrasettimanale per la 3ª giornata della Superlega di volley, con diversi scontri interessanti. Iniziamo dal derby Laziale tra Sora e Latina, un incontro vibrante vinto da quest’ultimi al tie-break per 15-9.

Continua il periodo “no” di Trento, che incassa un netto 3-0 in trasferta contro Ravenna: la squadra di Fabio Soli, per come ha centrato questo successo punta a diventare una delle sorprese del campionato, merito di un mercato oculato che li ha portati a crescere con costanza e, dopo l’impresa sfiorata contro Piacenza, arriva la prima gioia casalinga contro la blasonata Diatec.

Avvio shock per una delle realtà più solidi e costanti del panorama pallavolistico italiano, Vibo Valentia, che cede di schianto con un netto 3-0 casalingo con Padova.

Sembrano viaggiare con il pilota automatico le due formazioni che guidano a punteggio pieno la SuperLega. Vincono, convincono e dominano Perugia e Modena, che con due perentori 3-0 rispettivamente su Piacenza (in trasferta) e Monza restano le uniche due squadre a non aver concesso ancora un set agli avversari.

Vibrante il posticipo che ha visto di fronte Milano e Civitanova. Una partita intensa, che ha mostrato la differenza tra una squadra, la Lube campione d’Italia in carica ed una, la Revivre, che ha imparato dagli errori dello scorso torneo ed ha iniziato un nuovo progetto affidandosi ad un uomo sapiente e capace in panchina come Andrea Giani.

In alcuni momenti è mancata l’esperienza e l’abitudine a giocare partite ad alta intensità alla squadra meneghina che troppo spesso è stata in balia degli avversari seppur non ha ben figurato. Continua a confermarsi Nimil Abdel-Aziz, vero plus valore di questa squadra. L’amaro calice della sconfitta non toglie nulla al bell’avvio di stagione della compagine lombarda.

Dando un occhio alle statistiche va segnalato come il Top Scorer del torneo sia sempre il martello milanese con 81 punti messi a segno. Al secondo gradino del podio troviamo Dusan di Sora con 62. Terzo a quota 56 lo schiacciatore di Piacenza, Trevor.

L’olandese guida stabilmente anche il tabellino degli ace a quota 12. Secondo Paul di Ravenna con 8, terzi a parimerito a quota 7 Micah della Lube e Ruben di Milano.

Yosifov di Piacenza è il miglior “muratore” del torneo con 9 blocchi effettuati seguito da Caneschi di Sora fermo a quota 8 a parimerito con Giannelli. C’è affollamento sul terzo gradino di questo podio visto che a quota 7 troviamo: Holt e Ngapeth di Modena, Verhees di Vibo e Savani di Latina.

Rinviata, per via dell’indisponibilità del’impianto della squadra di casa, Castellana GrotteVerona, incontro che sarà recuperato il prossimo 13 dicembre.

La classifica della SuperLega vede Perugia e Modena in testa con 9 punti, seguite da Civitanova terza a quota 6 punti, Milano subito in scia con 5, a 4 Piacenza, Ravenna e Trento, seguono Castellana Grotte, Latina, Padova e Monza a 3, Verona a quota 2, fanalini di coda Vibo Valentia e Sora con 1 punto.

Il prossimo turno, in programma domenica 29 ottobre 2017, vedrà in campo i seguenti scontri: Trento-Castellana Grotte (domani ore 20.30); Perugia-Milano; Modena-Piacenza; Monza-Vibo Valentia; Ravenna-Sora; Latina-Civitanova e Padova-Verona.

Andrea Pulcini

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: