Dalla musica alla graphic novel: “Chi conosci davvero” dei Perturbazione

Che fine fanno i sogni quando non si avverano? Se lo chiedono i Perturbazione, storico gruppo pop-rock italiano, nella loro prima graphic novel, “Chi conosci davvero”, realizzata insieme all’illustratore Davide Aurilia.

Edita da BAO Publishing, la storia ruota intorno ai sogni dell’adolescenza, un tempo ormai trascorso ma che si è cristallizzato nei ricordi di un gruppo di amici rimasti in quella provincia italiana tanto mitizzata quanto bistrattata. Ed è lì che fa ritorno Luca, l’unico a essere fuggito dieci anni prima senza lasciare un biglietto o una parola dietro di sé. Direzione Londra.

Il ritorno a casa sarà l’occasione per Luca di confrontarsi con un passato amaro che reca con sé una promessa tradita e un sogno, quello di diventare un affermato musicista con la sua rock band, ormai svanito. Chi conosci davvero è così allo stesso tempo affresco di una generazione tradita, nelle speranze e nelle aspirazioni, e ritratto nostalgico di un tempo che fu.

Con il titolo che riprende una delle canzoni dell’ultimo album dello storico gruppo piemontese, (Dis)amore del 2020, e che potrebbe essere la colonna sonora di tutti i protagonisti raccontati, la graphic novel affronta soprattutto le difficoltà legate alla crescita di ognuno di noi. L’illusione di conoscere davvero le persone con le quali negli anni siamo cresciuti e che hanno seguito traiettorie così diverse da spingerle a restare ferme ancorate allo stesso posto.

La miccia che ci ha fatto scattare l’idea è stata paradossalmente l’invito a una cena di classe del liceo” – raccontano Tommaso Cerasuolo e Rossano Antonio Lo Mele dei Perturbazione – “Una di quelle serate in cui si concentrano le vite di tutti, in cui ascoltando i diversi racconti scopri dei destini molto trasformati, che non immaginavi da adolescente. Da lì, la voglia di raccontare la storia di un gruppo di amici e in particolare di uno di loro che torna e li osserva, anche con un certo snobismo iniziale.

La scelta del compagno di avventura, disegnatore delle tavole, è ricaduta su Davide Aurilia – già autore de Gli anni che restano, sempre per BAO Publishing – il cui stile è particolarmente apprezzato dal gruppo. “La cura per i dettagli, i piccoli gesti inseriti negli ambienti interni, la capacità di sintetizzare un sentimento attraverso l’essenzialità del tratto, abbiamo trovato questi aspetti del lavoro di Davide perfetti per far risuonare questa storia” – prosegue Tommaso Cerasuolo, a sua volta illustratore di formazione. Una nota importante va in particolare modo alla tecnica ad acquarello utilizzata da Davide Aurilia, che contribuisce ad amplificare la nostalgia che guida la storia e le tavole.

Non credo che le persone vengano cambiate dagli eventi legati ai luoghi, quanto da una visione diversa del contesto che vivono a seconda del momento della vita che abitano. Mi torna alla mente un verso del nostro pezzo La Vita Davanti che recita ‘Non c’è posto che ti va / Se tu sogni gli orizzonti distanti’ ovvero nessun posto può andarti bene se non hai l’anima a posto” – conclude Rossano Antonio Lo Mele – “Abbiamo sempre avuto un rapporto conflittuale con la provincia e questo si riflette anche nel fumetto quando Luca, il protagonista, giudica gli amici di sempre per essere rimasti sempre lì. Salvo scendere a patti lui stesso, nel corso della storia, con questa situazione. Se poi questa scelta significhi accettarla con maturità o farsi divorare da qualcosa che fino a qualche anno prima si detestava, non saprei dirlo. Sicuramente non è un fumetto sulla nostalgia, ma più sul trascorrere del tempo e su cosa il tempo fa alle persone“.

Chi conosci davvero
Perturbazione, Davide Aurilia
BAO Publishing, 2021
pp.152, € 18

Alessia Carlozzo

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: