“Laura Dean continua a lasciarmi”: l’amore tossico raccontato da Mariko Tamaki

Torna l’apprezzata autrice di “E la chiamano estate”, questa volta con Rosemary Valero-O’Connell, per raccontare una storia universale: una relazione incapace di renderci felici ma dalla quale non sempre è facile uscire

Ogni primo amore è in bianco e nero. È quello dove ci s’innamora senza sconti e senza condizioni, dove la scala di grigi ci è ancora sconosciuta, dove la nobile arte del compromesso è ancora ignota. Dove tutto è vissuto intensamente, grandi picchi di felicità e grandi cadute con conseguente disperazione. Magari in un bar qualunque, dove arriviamo sbronzi dopo aver beccato sempre quel primo amore con un’altra persona. Vomitando (letteralmente) tutti i nostri problemi e frustrazioni. 

È quello che capita nelle prime pagine a Freddy Riley protagonista del nuovo graphic novel, edita da Bao Publishing, “Laura Dean continua a lasciarmi”. Mariko Tamaki, già autrice acclamata di “E la chiamano estate” e “Skim”, ritorna ad affrontare un tema a lei caro come quello dell’adolescenza. Questa volta i suoi testi sono accompagnati dai disegni di Rosemary Valer -O’Connell, disegnatrice meno nota ma non per questo meno talentuosa, con un tratto e una mano che risulta particolarmente incisiva nel catturare i dettagli delle singole tavole. 

Il risultato è una storia d’amore in bianco, nero e… rosa. Questo il terzo colore scelto dalle autrici che va a personalizzare e dare profondità alle tavole, andando ora a enfatizzare uno sfondo, ora un dettaglio o un dialogo e che restituisce in qualche modo tutta l’innocenza di quegli anni adolescenziali.  

Freddy Riley vive a Berkeley in California, ha diciassette anni ed è gay. Laura Dean è la ragazza più popolare della scuola, è la sua ragazza e continua a lasciarla. Intorno a questo leitmotiv si dipana la storia di un’adolescente alle prese con l’amore – “La cosa più difficile che mi sia mai successa” – spiega mentre è intenta a scrivere una mail a una famosa posta del cuore. Intorno a lei le storie dei suoi più cari amici come la coppia Eric e Buddy, la loro libertà nel vivere la loro relazione e le difficoltà nel renderlo pubblico nella propria famiglia, oppure Doodle che si ritrova a vivere un rapporto che la porterà a vivere e fare delle scelte difficili per qualunque donna.

Sullo sfondo Laura Dean, perfetto archetipo della persona della quale tutti abbiamo almeno una volta perso la testa. Narcisista, egoista e inaffidabile, ma allo stesso tempo affascinante e inafferrabile e per questo impossibile da dimenticare. Laura Dean è quella che decide di rompere ogni volta con Freddy, per poi puntualmente tornare come se nulla fosse. Cosa fare per superare questa situazione? Come si lascia una persona che decide di lasciarti sempre lei per prima?  “La verità è che le rotture sono generalmente caotiche, nella misura in cui le persone sono caotiche, nella misura in cui la vita è caotica” – spiega Anna Vice la giornalista alla quale per tutto il tempo Freddy invia mail in cerca di consigli e supporto – “È anche vero che ci si può lasciare anche con qualcuno di cui si è ancora innamorati. Perché le due cose non sono territori diversi: amare e non amare più.”

Di tante domande che ci portiamo negli anni, perché in amore restiamo sempre e comunque dei principianti per quanto ci illudiamo del contrario, resta solo una risposta importante che capiamo solo con il tempo. L’amore che viviamo ci rende felici? Cosa ci offre? Ma soprattutto ci rende delle persone migliori? “Ma, al contrario di quel che si crede, l’amore non dovrebbe prendere niente da te, Freddy” – termina così la giornalista nella sua mail di risposta. 

“Laura Dean continua a lasciarmi” è un libro che racconta di un amore tossico, di quei rapporti che ci consumano e allontanano anche dalle nostre stesse vite, passioni e amicizie. È una storia universale in cui tutti possiamo ritrovarci e rispecchiarci, perché ci insegna a non annullarci per l’altro e per la coppia in generale. Una storia non etichettabile come “adolescenziale” o solo come storia queer perché racconta di meccanismi che possono scattare in fondo a qualunque età e soprattutto a prescindere dal proprio orientamento sessuale. Un viaggio, quello che intraprende Freddie, che porta la protagonista a maturare e a modificare la sua visione dell’amore, e che l’aiuta anche a trovare maggiore consapevolezza di sé e della persona che vuole diventare.

Una lettura perfetta per quest’estate particolare che stiamo vivendo, capace di farci ritrovare la prospettiva di quello che conta davvero: l’abbraccio di un’amica, il sorriso di chi ci sostiene, la voglia di liberarci di zavorre (anche e soprattutto emotive) inutili per ritornare alla nostra essenza più vera e felice.

Laura Dean continua a lasciarmi
di Mariko Tamaki e Rosemary Valero-O’Connell
traduzione di Caterina Marietti
Bao Publishing
cartonato, 304 pp., colore
21,00 €

Alessia Carlozzo

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: