Premio Cambiare 2022: svelati i vincitori della prima edizione

La prima edizione del Premio Cambiare va a Giulia Anania, Casetta Rossa, Alessandra Laterza, Domiziana Mecenate, Fabrizio Politi, Aboubakar Soumahoro, Zerocalcare.

Immaginare il miglioramento di una città complessa e complicata come Roma e contribuire a renderla all’altezza di tutte e tutti in modo aperto e inclusivo. Sono i pilastri del Premio Cambiare, nato quest’anno come dichiarazione d’amore nei confronti della “città eterna”. Organizzato dall’Associazione Dire Fare Cambiare, il riconoscimento ha come obiettivo quello di “promuovere il Manifesto per la cultura bene comune e sostenibile e i principi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, consapevole dell’importanza del contributo che ogni persona, artista, organizzazione no profit e influencer possa apportare per migliorare la città di Roma“.

Il Premio Cambiare è stato suddiviso in quattro diverse categorie e già in questa prima edizione vede tra i premiati alcune personalità e realtà conosciute in Italia e non solo per il loro impegno:

Sezione artisti/e: Giulia Anania e Zerocalcare
Cittadini/e: Alessandra Laterza e Aboubakar Soumahoro
Associazione no profit: Casetta Rossa
Influencer/Digital Creator: Domiziana Mecenate e Fabrizio Politi

Sabato 29 ottobre il Parco del Pineto di Roma ospiterà la cerimonia di conclusione della prima edizione del Premio Cambiare: dalle 10 alle 12 è prevista la messa a dimora di cinquanta piante al Parco del Pineto, alle 12 si terrà la premiazione ufficiale alla Biblioteca Casa del Parco.

Siamo davvero felici di poter unire al riconoscimento ufficiale delle best practice cittadine un’azione importante come la piantumazione di cinquanta piante, per andare a creare una foresta urbana legata al Premio, nel parco del Pineto che è stato duramente colpito da un incendio la scorsa estate”, dichiara Giulia Morello, presidente di Dire Fare Cambiare Aps. “Crediamo – prosegue – che la cultura sia un meraviglioso strumento di cambiamento sociale e ambientale. Ringrazio di cuore tutti i componenti del comitato di selezione e della giuria per il lavoro svolto, e i preziosi partner che hanno deciso di scommettere su questo progetto”.

Il Premio Cambiare è ideato e promosso dalla nostra Associazione Dire Fare Cambiare con il riconoscimento dell’U.N.A.R. (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma, ed è realizzato con il sostegno di VAIA in collaborazione con la Biblioteca Casa del Parco, Kaos Kult, M.A.S.C. Aps, Smile Vision e AzzeroCO2.

Graziano Rossi

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: